Roma-Genoa, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Roma-Genoa è l’ultima partita della domenica di Serie A, si gioca alle 20.30: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. L’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco rischia l’esonero in caso di nuovo risultato negativo.

ROMA – GENOA | domenica ore 20:30

La Roma ha 21 punti in classifica dopo le prime quindici giornate e non iniziava così male un campionato di Serie A dalla stagione 2011/2012 quando poi chiuse al settimo posto. E così l’allenatore Eusebio Di Francesco rischia l’esonero in caso di nuovo risultato negativo in questa partita contro il Genoa, assolutamente da vincere anche perché nel prossimo turno di campionato la Roma sarà impegnata in una trasferta tradizionalmente difficile come quella di Torino contro la Juventus, in cui fare punti sarà molto complicato.

Oltre ai pochi punti in classifica, Di Francesco potrebbe pagare lo scarso rendimento della difesa e la mancanza di cattiveria agonistica da parte dei suoi calciatori. Le ultime due partite sono state disastrose. A Cagliari la Roma si è fatta rimontare due gol, e l’ultimo lo ha preso in contropiede a pochi secondi dal termine giocando in undici contro nove. Si aspettava una reazione d’orgoglio contro il Viktoria Plzen, in una partita comunque ininfluente ai fini della qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, e invece la squadra è apparsa svogliata e come sempre fragile in difesa, perdendo 2-1 contro un’avversaria di basso livello.

Il Genoa non se la passa meglio, però. Il cambio di allenatore voluto da Preziosi è stato un fallimento. In questo campionato con Davide Ballardini il Genoa ha mantenuto una media di 1.7 punti a partita, mentre nelle successive partite, sotto Ivan Juric e dalla scorsa partita con la Spal Cesare Prandelli, la media è scesa a 0.5.

Le ultime notizie sulle formazioni

Per provare a cercare una scossa anche mentale ai calciatori, Eusebio Di Francesco pare intenzionato a cambiare nuovamente modulo passando al 3-4-1-2. Difficile capire se questa mossa avrà dei benefici per una squadra già in confusione e che continua a difendere male non tanto per questioni tattiche quanto per mancanza di applicazione anche da parte degli esterni d’attacco nel rientrare.

In difesa a protezione di Olsen giocheranno Fazio, Manolas e Juan Jesus, con Florenzi e Kolarov esterni e Cristante con Nzonzi in mezzo al campo. In attacco Zaniolo dovrebbe giocare da trequartista al servizio di Kluivert e Cengiz Under, con l’esclusione di Schick che non è riuscito ad approfittare dell’assenza per infortunio di Dzeko ed è diventato un caso. Oltre all’attaccante bosniaco sono ancora fermi per infortunio Lorenzo Pellegrini ed El Shaarawy, mentre De Rossi è tornato tra i convocati ma difficilmente sarà della partita. Solo panchina per Pastore, deludente da titolare in Champions League.

Nel Genoa l’unica assenza di rilievo sarà quella dello squalificato Criscito. Prandelli dovrebbe insistere con il 3-5-2: Radu in porta, Biraschi, Romero e Zukanovic in difesa, Romulo, Hiljemark, Sandro, Bessa e Lazovic a centrocampo, Piatek e Kouamé in attacco.

Il pronostico

La Roma ha segnato almeno due gol in sei delle ultime sette partite interne di campionato, ma ha vinto solo in tre occasioni. Contro il Genoa, debole in difesa, ma dotato in attacco di due calciatori in gran forma come Piatek e Kouamé c’è da aspettarsi una partita con gol.

Le probabili formazioni di Roma-Genoa

ROMA (3-4-1-2): Olsen; Fazio, Manolas, Juan Jesus; Florenzi, Cristante, Nzonzi, Kolarov; Zaniolo, Kluivert, Cengiz Under.
GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic; Romulo, Hiljemark, Sandro, Bessa, Lazovic; Piatek, Kouamé.

PROBABILE RISULTATO: 2-1