Chievo-Bologna, Empoli-Udinese e Roma-Sampdoria, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Chievo-Bologna, Empoli-Udinese e Roma-Sampdoria sono le tre partite di Serie A che si giocheranno in contemporanea domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

CHIEVO – BOLOGNA | domenica ore 15:00

L’arrivo di Ventura al posto di D’Anna non è bastato al Chievo per migliorare una situazione che si fa sempre più disperata. A causa dei punti di penalizzazione, il Chievo è ancora a -1 in classifica e ha dieci punti di distacco dalla quartultima che attualmente è proprio il Bologna a pari punti con l’Udinese.

Solo una vittoria in questo scontro diretto potrebbe ridare senso al campionato al Chievo e fare capire il perché Ventura abbia deciso di accettare una sfida così difficile con il rischio di peggiorare definitivamente la sua reputazione dopo la mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali del 2018.

Il Bologna nelle ultime quattro partite ha sempre subito esattamente due gol, l’allenatore Pippo Inzaghi ha messo in più occasioni da parte il suo modulo preferito, il 3-5-2, per provare a migliorare la fase offensiva ma così facendo ha lasciato più scoperta la difesa. In questa partita fondamentale per ritrovare tranquillità in classifica, Inzaghi dovrebbe andare sul sicuro e puntare sul più collaudato 3-5-2 affiancando Palacio a Santander, attaccante che sta facendo vedere il suo valore: tre gol e due assist sono un ottimo bottino considerato che i gol totali segnati dalla squadra sono stati nove.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Chuevo Ventura deve fare a meno degli infortunati Cacciatore, Tomovic, Rigoni, Pucciarelli e Djordjevic, più lo squalificato Tanasijevic. Non è il modo migliore per provare ad uscire dalla crisi. In difesa, davanti a Sorrentino, con Bani e Rossettini dovrebbe rientrare Barba. A centrocampo gli esterni dovrebbero essere Depaoli e Obi, con Hetemaj e Radovanovic centrali. Giaccherini e Birsa saranno i trequartisti al servizio di Stepinski.

Dall’altra parte Inzaghi spera di recuperare Danilo per la difesa, ma la sensazione è che dovrebbe essere confermato Gonzalez. Sulle fasce dovrebbero giocare Mbaye a destra e uno tra Krejci e il recuperato Dijks, mentre a centrocampo Dzemaili rischia di perdere il posto in favore di Svanberg. In attacco ci sarà ancora Palacio con Santander: altra bocciatura per Falcinelli e Destro.

Il pronostico

C’è da aspettarsi un primo tempo bloccato, con le due squadre che schierate con dei moduli difensivi baderanno prima di tutto a non prendere gol. Alla lunga, qualsiasi sarà il punteggio, c’è da aspettarsi una ripresa più movimentata anche perché i secondi tempi delle partite con il Chievo in campo hanno visto finora 23 gol complessivi tra fatti (sette) e subiti (sedici), oltre due di media. Il Bologna parte leggermente favorito, ma Inzaghi non ha poi a disposizione una squadra così tanto più competitiva del Chievo che così con la forza della disperazione potrebbero strappare almeno un punto.

Le probabili formazioni di Chievo-Bologna

CHIEVO (3-4-2-1): Sorrentino; Bani, Rossettini, Barba; Depaoli, Hetemaj, Radovanovic, Obi; Giaccherini, Birsa; Stepinski.
BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Gonzalez, Helander; Mbaye, Poli, Pulgar, Svanberg, Krejci; Palacio, Santander.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

EMPOLI – UDINESE | domenica ore 15:00

L’Empoli ha totalizzato solo sei punti in questo avvio di campionato e nell’era dei tre punti a vittoria, solo una volta in Serie A era partito cosi male dopo undici giornate (2003/04), stagione in cui retrocesse in Serie B. Per provare a scongiurare una nuova retrocessione la dirigenza ha deciso di esonerare Andreazzoli e di affidarsi a Iachini, allenatore esperto in salvezze.

Se l’Empoli se la passa male, l’Udinese non sta poi così meglio: ha raccolto finora solo nove punti in questo campionato, record negativo per il club dopo undici partite nell’era dei tre punti a vittoria in Serie A. In particolare ha raccolto solo un punto nelle ultime sei partite di campionato, subendo in cinque di queste almeno due gol. Con la sosta per le nazionali ormai imminente, una nuova sconfitta potrebbe costare l’esonero dell’allenatore Velazquez, una scommessa del presidente Pozzo fino a questo momento persa.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il nuovo allenatore dell’Empoli Iachini dovrebbe confermare il modulo 4-3-1-2, che avrà però un’impostazione ben differente soprattutto in fase di non possesso palla. Davanti al portiere che dovrebbe essere Provedel, i centrali saranno Maietta e Silvestre con Di Lorenzo e Antonelli esterni. A centrocampo in regia dovrebbe spuntarla Bennacer su Capezzi, mentre in attacco Zajc verrà confermato nel ruolo di trequartista con Caputo e La Gumina in attacco.

Dall’altra parte l’Udinese sarà priva dello squalificato Nuytinck, sarà uno tra Opoku su Wague a prenderne il posto in difesa. A centrocampo fuori per infortunio Barak, sarà Behrami a giocare con Fofana e Mandragora. Lasagna guiderà l’attacco anche perché Teodorczyk è ancora infortunato.

Il pronostico

Iachini ha avuto ancora poco tempo per migliorare la fase di non possesso palla, e visto che non vuole snaturare lo stile e la tattica di gioco, confermerà il 3-5-2 che però continuerà probabimente ad avere problemi in difesa. In attacco la squadra costruisce gol con una buona facilità ma è la squadra con la percentuale realizzativa più bassa (6.7%) di questo campionato. L’Empoli parte leggermente favorito in una partita in cui tutte e due le squadre dovrebbero segnare.

Le probabili formazioni di Empoli-Udinese

EMPOLI (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Antonelli; Acquah, Bennacer, Krunic; Zajc; La Gumina, Caputo.
UDINESE (4-3-2-1): Musso; Stryger Larsen, Opoku, Troost-Ekong, Samir; Fofana, Behrami, Mandragora; De Paul, Pussetto; Lasagna.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

ROMA – SAMPDORIA | domenica ore 15:00

Il risultato della partita contro la Sampdoria renderà più chiaro il giudizio sull’avvio di stagione della Roma. In Champions League i risultati sono stati accettabili, la squadra ha vinto tre partite su quattro e la qualificazione agli ottavi di finale è ormai ipotecata. Per giocare la Champions League l’anno prossimo però serve arrivare tra le prime quattro in classifica, e in questo momento la Roma è distante da Milan e Lazio. Solo una vittoria in questa partita contro la Sampdoria darebbe una maggiore importanza ai pareggi comunque difficili ottenuti a Napoli e a Firenze.

Per riuscirci l’allenatore Di Francesco ha annunciato un po’ di turn over. In attacco ci sarà la novità principale con Schick sicuro titolare e candidato al classico gol dell’ex. Con Schick giocheranno Under, Pellegrini ed El Shaarawy in avanti, mentre in difesa Di Francesco in conferenza stampa ha detto che darà con ogni probabilità ancora una volta fiducia a Juan Jesus al centro della difesa.

La Roma ha il vantaggio di affrontare la Sampdoria nel suo periodo peggiore in questo avvio di stagione: ha subito sette gol nelle ultime due partite, ne aveva presi appena quattro nelle precedenti nove. L’allenatore Giampaolo non cambia mai lo stile di gioco della sua squadra, che gioca con il baricentro alto e prova a verticalizzare sempre con velocità e pressing sui portatori di palla avversari. Quando però la forma fisica scema, come accaduto la settimana scorsa, anche i risultati ne risentono.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore della Roma Di Francesco farà ancora un po’ di turn over in questa partita di campionato che arriva dopo la vittoria centrata in Russia in Champions League contro il Cska Mosca. Il modulo di gioco sarà sempre il 4-2-3-1 che ha ormai sostituito stabilmente il 4-3-3, con Olsen in porta e Florenzi e Kolarov terzini. In difesa con Manolas stavolta ci sarà Juan Jesus, a centrocampo De Rossi non ha ancora recuperato dall’infiammazione al ginocchio e a giocare al centro saranno Nzonzi e Bryan Cristante. In attacco sicuro del posto Schick, mentre non è stato convocato Pastore, ancora alle prese con dei problemi fisici.

Nella Sampdoria non ci sarà Barreto a centrocampo, che verrà sostituito da Linetty. Nel classico 4-3-1-2, il portiere sarà Audero, con Bereszynski, Tonelli, Andersen e Murru a formare la difesa. In attacco rientrerà Defrel, altro ex della partita, che farà coppia con Quagliarella. Al loro servizio ci sarà Saponara che dovrebbe vincere il ballottaggio con Ramirez.

Il pronostico

La Roma può approfittare del periodo di forma negativo della Sampdoria per vincere questa partita e rilanciare le proprie ambizioni di classifica. Viste le recenti incertezze difensive della Sampdoria c’è da aspettarsi una partita con almeno tre gol complessivi.

Le probabili formazioni di Roma-Sampdoria

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Under, Pellegrini, El Shaarawy; Schick.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru; Linetty, Ekdal, Praet; Saponara; Quagliarella, Defrel.

PROBABILE RISULTATO: 3-1