Champions League: Napoli-Manchester City (gruppo F)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Napoli-Manchester City può valere già la qualificazione agli ottavi di finale per la squadra di Guardiola, a cui basterebbe anche un pareggio: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

NAPOLI – MANCHESTER CITY | mercoledì ore 20:45

Napoli e Manchester City hanno dato spettacolo nella partita di andata, vinta della squadra allenata da Guardiola con il risultato di due a uno: è stato il terzo successo consecutivo in Champions League che ha portato gli inglesi a quota nove punti nella classifica del girone, a un passo dalla qualificazione agli ottavi di finale. Il Manchester City infatti in caso di pareggio allo stadio “San Paolo” sarebbe aritmeticamente sicuro del passaggio del turno, ma anche una eventuale sconfitta non creerebbe grossi problemi vista la situazione di classifica e la possibilità di chiudere i conti nel prossimo turno in casa contro il Feyenoord.

Questa partita è ben più importante per il Napoli, che ha tre punti in meno dello Shakhtar Donetsk secondo in classifica e impegnato in questo quarto turno in una partita agevole in casa contro il Feyenoord: alla squadra di Sarri la vittoria serve come il pane, perché con un pareggio qui potrebbe anche non bastare vincere le successive due partite contro Shakhtar Donetsk e Feyenoord per raggiungere gli ottavi di finale.

Ci sono tutti i presupposti per assistere a un’altra partita spettacolare come quella dell’andata: si affrontano la squadra prima in classifica in Serie A con trentuno punti in undici partite (dieci vittorie e un pareggio), trentadue gol fatti e otto subiti, e la prima in classifica della Premier League con ventotto punti (nove vittorie e un pareggio), trentacinque gol fatti e sei subiti.

La società del Manchester City nel corso dello scorso calciomercato estivo ha speso più di duecento milioni di euro per esaudire le richieste dell’allenatore Guardiola ingaggiando il portiere Ederson, i terzini Walker, Mendy e Danilo e il trequartista Bernardo Silva. Cinque calciatori non certo da Pallone d’oro, ma sicuramente funzionali al gioco dell’allenatore rispetto a tanti altri acquistati anche a caro prezzo nelle stagioni passate da questa società.

Il Manchester City è diventato una macchina perfetta: riesce a costruire le azioni partendo dalla difesa senza commettere gli errori che nella passata stagione erano costati parecchi gol in contropiede, e il merito è in parte anche dei nuovi acquisti: i difensori centrali possono passare il pallone senza problemi anche al portiere Ederson che oltre a essere bravo tra i pali è anche molto abile nei passaggi con i piedi. Lo stesso Sarri nella conferenza stampa di presentazione di questa partita ha elogiato il portiere capace all’andata di effettuare passaggi anche lunghi con grande precisione, che hanno reso vano il pressing apportato dai calciatori del Napoli.

I nuovi terzini dotati di gran corsa (Danilo e Walker visto che Mendy si è infortunato) si fanno trovare sempre liberi di ricevere il passaggio – ultimamente sta trovando spazio anche Delph, calciatore molto abile sul piano tattico e probabile titolare anche in questa occasioni -, mentre gli interni di centrocampo a turno scendono a prendere il pallone per iniziare l’azione. Il Manchester City riesce così con questo perfetto giro del pallone a dominare l’avversario tenendolo costantemente confinato nella sua metà di campo e inducendolo all’errore nello schieramento della difesa creando superiorità numerica con gli inserimenti e le sovrapposizioni continue di terzini, interni di centrocampo (De Bruyne e David Silvae) ed esterni d’attacco. Quando la palla la hanno gli avversari, il Manchester City è molto bravo a pressare alto.

Nella partita di andata il Napoli nei primi trenta minuti non è mai riuscito ad opporsi a questo piano di gioco della squadra avversaria, subendo due gol e rischiando di incassarne parecchi altri. Solo quando il City è calato sul piano fisico la squadra di Sarri ha ripreso coraggio ed è tornata a mostrare quello stile di gioco, molto simile a quello degli avversari, che sta riuscendo a mettere in pratica con grande successo nel corrente campionato di Serie A.

Rispetto all’andata, Napoli e Manchester City – pur essendo passate poche settimane – sono apparse meno sicure nelle successive partite nella gestione della fase difensiva, e questo potrebbe aumentare sensibilmente il numero di gol segnati che già a Manchester poteva essere ben superiore alla quota totale di tre. Reina ha subito tre gol complessivi da Genoa e Sassuolo nelle ultime due partite, Ederson ne ha presi due dal West Bromwich sabato scorso.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, Sarri non ha problemi relativi ad infortuni e dovrebbe mandare in campo i calciatori che gli danno maggiori garanzie, nel Manchester City è probabile l’impiego fin dal primo minuto di Sterling e Aguero, tenuti a riposo da Guardiola nella scorsa partita di campionato.

Probabili formazioni
NAPOLI: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamšík; Callejon, Mertens, Insigne.
MANCHESTER CITY: Ederson; Walker, Stones, Otamendi, Delph; De Bruyne, Fernandinho, Silva; Sterling, Aguero, Sané.

PROBABILE RISULTATO: 3-2
1X (1.52, Eurobet)
GOL (1.44, Bet365)
OVER 1.5 PRIMO TEMPO (2.20, Bet365)
OVER 2.5 (1.47, Bet365)
#