Qualificazioni Mondiali 2018: Italia-Macedonia, Spagna-Albania e Liechtenstein-Israele (venerdì)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Italia-Macedonia vale la certezza aritmetica di partecipare agli spareggi di qualificazione ai Mondiali: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici anche per Spagna-Albania e Liechtenstein-Israele, le altre due partite del girone G.

ITALIA – MACEDONIA | venerdì ore 20:45

L’Italia è ormai rassegnata ad arrivare al secondo posto nel girone G di qualificazione ai Mondiali del 2018: i tre punti di ritardo dalla Spagna appaiono impossibili da rimontare a due giornate dalla fine, anche perché in caso di arrivo a pari merito a contare sarebbe la differenza reti in cui gli spagnoli hanno attualmente un vantaggio di diciassette gol.

Il commissario tecnico Ventura comincerà a lavorare in ottica spareggi, fermo restando che ancora c’è da raggiungergli aritmeticamente: ormai sono virtualmente al sicuro, ma sarà importante fare sei punti nelle prossime due partite per accumulare più punti in vista del prossimo aggiornamento del ranking Fifa che sarà fondamentale nell’accoppiamento delle otto squadre che giocheranno gli spareggi (ci saranno quattro teste di serie, di cui al momento gli azzurri farebbero parte). In verità anche da questo punto di vista Ventura può stare relativamente tranquillo, perché dovrebbe accadere una catastrofe per uscire dalle quattro teste di serie, e così il motivo primario è quello di fare bene contro Macedonia e Albania per non alimentare nuove polemiche dopo la batosta in Spagna e la brutta figura fatta contro Israele, in cui la vittoria è arrivata tra mille sofferenze.

La formazione che scenderà in campo contro la Macedonia presenterà però parecchie differenze rispetto a quella che probabilmente vedremo agli spareggi. Innanzi tutto Ventura accantonerà momentaneamente il 4-2-4 e passerà al 3-4-3 puntando sull’usato sicuro: ci saranno Barzagli, Bonucci e Chiellini davanti a Buffon a mettere in sicurezza la fase difensiva. Per via delle numerose assenze tra centrocampo e attacco, vedi De Rossi, Verratti, Pellegrini e Belotti, ci saranno numerose novità in dalla mediana in su: dentro Parolo e Gagliardini, saranno Zappacosta e Darmian ad agire sulle fasce con il trio d’attacco formato da Insigne, Immobile e Verdi, in ballottaggio con Bernardeschi.

La formazione che scenderà in campo contro la Macedonia non è di certo la migliore possibile, ma dovrebbe bastare per avere ragione di un avversario non troppo scarso (l’attacco è il reparto migliore vista la presenza di Pandev e Nestorovski con la classe del talentino del Levante Bardhi al loro servizio) ma sicuramente alla portata. Molto dipenderà in avanti da Insigne e Immobile, che dovranno ripetere in nazionale quello che stanno facendo per i rispettivi club, in particolare l’attaccante della Lazio che in stagione ha già messo a segno quattordici gol su dodici partite ufficiali. Verdi ha giocato molto bene nel Bologna e merita spazio, anche se la nazionale è un contesto completamente differente e il suo rendimento sarà tutto da verificare.

Dal punto di vista fisico l’Italia ha passato il periodo solitamente nero di agosto e ad ottobre si presenta in una condizione sulla carta migliore, un motivo in più per credere nella possibile vittoria.

Probabili formazioni
ITALIA: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Zappacosta, Gagliardini, Parolo, Darmian, Verdi, Immobile, Insigne.
MACEDONIA: Dimitrievski, Ristovski, Musliu, Velkovski, Zajkov, Spirovski, Hasani, Bardhi, Alioski, Pandev, Nestorovski.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
MULTIGOL CASA 2-4 (1.49, GoldBet)

SPAGNA – ALBANIA | venerdì ore 20:45

La Spagna cerca contro l’Albania i tre punti che mancano per la certezza della qualificazione ai Mondiali del 2018, anche se in caso di contemporanea vittoria dell’Italia ci sarà comunque da aspettare l’ultima giornata per l’ufficialità, visto che in caso di arrivo a pari merito vale la differenza reti, sebbene sia di fatto irrecuperabile per l’Italia.

La partita contro l’Albania rischia di essere complicata non tanto per il valore dell’avversaria quanto per motivi extra-calcistici, in particolare dovuti alle dichiarazioni di Piqué a favore dell’indipendenza della Catalogna. Già nella partita giocata a Madrid contro l’Italia, gli stessi tifosi spagnoli hanno fischiato ripetutamente Piqué quando era in possesso del pallone, e qualcosa di simile potrebbe capitare stasera ad Alicante, dove si giocherà la partita e dove il calciatore del Barcellona rischia di essere pesantemente insultato anche perché nel frattempo la situazione si è fatta ancora più delicata a livello politico.

Tornando al calcio giocato, il commissario tecnico Lopetegui dovrà fare a meno per questa partita di Carvajal, Busquets, Iniesta, Diego Costa e Álvaro Morata, che dovrebbero essere sostituiti nell’ordine da Azpilicueta, Illarramendi, Thiago Alcantara, Isco e Asensio, questi ultimi due formeranno il tridente offensivo con David Silva come già capitato contro l’Italia. Vedremo se questa tattica senza attaccanti di riferimento avrà lo stesso successo contro l’Albania, che rispetto agli azzurri farà una partita molto più difensiva con tutti i calciatori schierati dietro la linea del pallone, con il 4-5-1 come tattica di gioco.

Il nuovo commissario tecnico Panucci – che ha esordito con una bella vittoria sul Liechtenstein – dovrà fare a meno di Mavraj, Kukeli, Roshi, Abrashi e Cikalleshi. In difesa davanti a Strakosha – sempre in ballottaggio con Berisha – ci saranno Hysaj, Veseli, Ajeti e Agolli, a centrocampo tanta sostanza con Basha, Memushaj e Xhaka a ulteriore protezione della difesa, le ripartenze saranno affidate a Grezda, Lila e Sadiku, fermo restando che tutti dovranno essere d’aiuto in fase di non possesso palla. Negli ultimi anni l’Albania non ha mai subito goleade dimostrandosi sempre competitiva in fase difensiva, non prende più di tre gol in una partita ufficiale dal 2007. Vittoria facile in arrivo per la Spagna, ma potrebbe non essere la solita goleada.

Probabili formazioni
SPAGNA: De Gea, Azpilicueta, Sergio Ramos, Pique, Jordi Alba, Illarramendi, Thiago Alcantara, Koke, David Silva, Isco, Asensio.
ALBANIA: Strakosha, Hysaj, Veseli, Ajeti, Agolli, Basha, Memushaj, Xhaka, Grezda, Lila, Sadiku.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + OVER 2.5 (1.33, Bet365)
1 + NO GOL PRIMO TEMPO (1.36, Bet365)
MULTIGOL 3-6 (1.48, GoldBet)
LIECHTENSTEIN – ISRAELE | venerdì ore 20:45

Partita sostanzialmente inutile ai fini della classifica, visto che Israele non ha più possibilità di qualificarsi agli spareggi per il Mondiale e il Liechtenstein non potrà migliorare l’attuale ultima posizione visti i sette punti di distacco dalla Macedonia. Questa però è l’ultima opportunità per il Liechtenstein di provare a fare almeno un punto nel girone, sperando che Israele arrivi a questa partita privo di motivazioni anche per l’assenza del suo migliore calciatore Zahavi.

All’andata tra l’altro il Liechtenstein ha perso “solo” 2-1 contro Israele, segnando l’unico gol fatto in questo girone di qualificazione. Finora in casa non ha mai segnato e proverà a farlo nuovamente contro una squadra in crisi, reduce da quattro sconfitte consecutive e senza grandi motivazioni.

Probabili formazioni
LIECHTENSTEIN: Jehle, Buchel, Malin, Ritter, Goppel, Polverino, Salanovic, Hasler, Buchel, Burgmeier, Frick.
ISRAELE: Glazer, Keltjens, Ben Haim, Tzedek, Davidzada, Ohana, Kabha, Einbinder, Ben Chaim, Melikson, Hemed.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
MULTIGOL CASA 1-2 (2.96, GoldBet)
1X PRIMO TEMPO (2.24, GoldBet)