Europa League: Osijek-Psv, Lech Poznan-Utrecht, Zenit-Bnei Yehuda, Videoton-Bordeaux, Lyngby-Krasnodar e Oostende-Marsiglia (giovedì)

I pronostici sulle partite di calcio della Europa League

Ritorno del terzo turno preliminare. Ecco analisi, probabili formazioni e pronostici per le sei partite riguardanti le squadre olandesi, russe e francesi.

OSIJEK – PSV EINDHOVEN | giovedì ore 20:45

Uno dei risultati più clamorosi dell’andata del terzo turno preliminare di Europa League è stato quello del Psv, che ha perso in casa uno a zero contro l’Osijek. La squadra arrivata al terzo posto dello scorso campionato olandese rischia subito di essere eliminata dall’Europa League, senza nemmeno partecipare alla fase a gironi.

L’allenatore Phillip Cocu, confermato dalla società pur non avendo vinto il titolo per la terza volta consecutiva (superato in classifica da Feyenoord e Ajax), dovrà cercare una rimonta tutto sommato possibile vista la maggiore qualità tecnica e il solo gol di scarto. Le cessioni estive di Hector Moreno, Jetro Willems e Andres Guardado hanno un po’ indebolito la squadra, soprattutto a livello di esperienza, visto che finora sono arrivati solo Hirving Lozano e Derrick Luckassen e si punta per il resto sulla valorizzazione di alcuni calciatori provenienti dal settore giovanile.

L’Osijek in questa edizione dell’Europa League è partito dal primo turno preliminare e ha eliminato Santa Coloma e Lucerna, mentre in campionato ha fatto appena tre punti in tre partite, anche se finora ha spesso fatto turn over privilegiando proprio le partite europee. Come all’andata la squadra croata punterà tutto sulla difesa, sperando nell’apporto dei tifosi di casa per avere ragione di una squadra nettamente più forte a livello tecnico ma con un’età media relativamente bassa, che potrebbe risentire un ambiente caldo (in tutti i sensi visto che sono previsti quasi quaranta gradi) come quello dello stadio Gradski.

Probabili formazioni:
OSIJEK: Malenica, Sorsa, Skoric, Barac, Barisic, Mudrazija, Mioc, Grezda, Lyopa, Bockaj, Ejupi.
PSV EINDHOVEN: Zoet, Arias, Schwaab, Isimat-Mirin, Brenet, Van Ginkel, Hendrix, Propper, Pereiro, De Jong, Locadia.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
MULTIGOL OSPITE: 1-3 (1.29, GoldBet)
X2 + OVER 1-5 (1.45, GoldBet)

LECH POZNAN – UTRECHT | giovedì ore 19:00

Quella dell’Utrecht è stata una delle squadre più divertenti a livello offensivo dell’Eredivisie 2016-2017, riuscendo anche a qualificarsi per i preliminari di Europa League vincendo i playoff interni al campionato, rimontando tra l’altro una sconfitta per tre a zero contro l’Az Alkmaar. Nelle prime partite (tra amichevoli ed Europa League, visto che il campionato olandese deve ancora iniziare) di questa nuova stagione, l’allenatore Erik Ten Hag sta continuando a puntare su un 4-3-1-2 molto offensivo, ma i riscontri in termini di gol non sono arrivati visti i due deludenti 0-0 fatti contro Valletta e Lech Poznan.

La partenza dell’attaccante Haller (16 gol la scorsa stagione) si sta facendo sentire, eppure le difficoltà avute all’andata (appena tre i tiri totali verso la porta avversaria) sono state inaspettate vista la maggiore qualità rispetto ai polacchi.

Questa partita di ritorno potrebbe essere più divertente, a patto che si sblocchi il risultato prima della fine del primo tempo: in quel caso la partita si aprirebbe da un punto di vista tattico, agli olandesi per passare il turno andrebbe bene anche un pareggio con gol.

Probabili formazioni:
LECH POZNAN: Putnocky, Gumny, Dilaver, L. Nielsen, Kostevych, Tralka, Gajos, Makuszewski, Majewski, Situm, Gytkjaer.
UTRECHT: Jensen, Klaiber, Janssen, Van der Maarel, Braafheid, Van de Streek, Brama, Ayoub, Labyad, Kerk, Makienok.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.90, Bet365)
MULTIGOL OSPITE 1-3 (1.60, GoldBet)
ZENIT SAN PIETROBURGO – BNEI YEHUDA | giovedì ore 19:00

Quattro vittorie su quattro partite ufficiali giocate finora, l’avventura di Roberto Mancini sulla panchina dello Zenit è iniziata più che bene anche se finora gli avversari sono stati quasi tutti abbordabili. Meglio così per l’allenatore italiano che sta avendo più tempo a disposizione per trasferire la sua filosofia di gioco ai suoi calciatori con la possibilità di inserire gradualmente i nuovi arrivati. A proposito di nuovi acquisti, l’attaccante Sebastian Driussi si sta facendo subito valere in zona gol e con gli altri arrivi di Leandro Paredes, Dmitri Poloz, Daler Kuzyaev, Aleksandr Erokhin, Christian Noboa e Denis Terentjev la squadra sembra destinata a primeggiare in patria e perché no ad arrivare fino in fondo anche in questa competizione.

Mancini sta facendo giocare la squadra con il suo modulo preferito, il 4-2-3-1: in mezzo al campo c’è un incontrista al fianco di Paredes (o Javi Garcia) che ha il compito molto importante di organizzare la manovra, poi ci sono tre trequartisti e un attaccante centrale (Poloz o Dzyuba). L’allenatore ha delle riserve di qualità in tutte le posizioni, motivo per cui il turn over tra campionato ed Europa League non si è fatto notare nemmeno più di tanto visti i risultati.

Grazie alla vittoria per due a zero della partita di andata in trasferta la qualificazione non è in discussione, e Mancini molto probabilmente chiederà ai suoi di vincere senza strafare, amministrando il vantaggio e non sprecando energie preziose in vista della prossima partita di campionato contro lo Spartak Mosca.

Probabili formazioni:
ZENIT SAN PIETROBURGO: Lunev, Anyukov, Ivanović, Criscito, Zhirkov, García, Kuzyaev, Shatov, Erokhin, Kokorin, Driussi.
BNEI YEHUDA: Zubas, Azuz, Turgeman, Konstantini, Habashi, Gordana, Finish, Ben Ari, Almog, Valskis, Tchibota.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 4.5 (1.43, Eurobet)
VIDEOTON – BORDEAUX | giovedì ore 19:00

La vittoria ottenuta per due a uno nella partita di andata giocata in Francia non lascia tranquillo il Bordeaux: al Videoton basterebbe una vittoria per uno a zero per ottenere una qualificazione che avrebbe del clamoroso.

L’allenatore Gourvennec, confermato dopo la passata stagione tutto sommato positiva per quelle che erano le ambizioni iniziali, nonostante le partenze di Ounas e Menez continuerà a proporre come schema l’offensivo 4-3-3 in cui spera di entrare in pianta stabile il nuovo arrivato Alexandre Mendy. A fare i gol nella partita di andata è stato però un centrocampista, Sankharè, e per questo ritorno l’allenatore si aspetta un contributo migliore da parte di Kamano, Malcom e Laborde che dovrebbe fare staffetta anche stavolta con Mendy.

Per il Videoton questa sarà la nona partita stagionale, a livello fisico gli ungheresi stanno messi meglio e proveranno ad approfittarne: dopo avere eliminato abbastanza facilmente il Balzan e il Kalju, avere ragione del Bordeaux sarà molto complicato, complice anche l’assenza per squalifica di Hadžić, ma come all’andata c’è la possibilità di fare quanto meno un gol, visto che finora la squadra allenata da Marko Nikolic non è mai rimasta a secco. In particolare il Videoton ha sempre fatto registrare il segno “gol” nelle ultime cinque partite ufficiali: il sesto è abbastanza probabile, e da provare viste le quote proposte.

Probabili formazioni:
VIDEOTON: Kovacsik, Szolnoki, Fejes, Juhasz, Stopira, Nego, Szolnoki, Varga, Suljic, Maric, Lazovic.
BORDEAUX: Costil, Sabaly, Lewczuk, Toulalan, Contento, Lerager, Plasil, Sankharé, Malcom, Laborde, Kamano.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.80, Bet365)
OOSTENDE – MARSIGLIA | giovedì ore 20:45

La società del Marsiglia nei mesi scorsi è stata acquistata da Frank McCourt, uomo d’affari statunitense, che ha scelto l’ex romanista Rudi Garcia come nuovo allenatore, e a partire dallo scorso mese di gennaio proseguendo in questa sessione di calciomercato estivo ha acquistato rinforzi di ottimo livello come Mandanda, Adil Rami, Luiz Gustavo e Valère Germain, quest’ultimo autore di una bella tripletta nella partita di andata. La società sta lavorando molto bene sul mercato, ingaggiando calciatori di qualità puntando molto anche sulle motivazioni: lo scorso gennaio Payet ha fatto di tutto per tornare al Marsiglia rompendo col West Ham, mentre Valère Germain sogna di vincere qualcosa con questo club come fatto dal padre Bruno che vinse due campionati con questa maglia tra il 1989 e il 1991.

L’Oostende tra amichevoli precampionato e l’inizio della stagione ufficiale non se la passa benissimo visto che è arrivato a quota sei partite consecutive senza vittorie: in particolare la sconfitta subita domenica in casa alla prima di campionato contro il Mouscron-Péruwelz è stata molto deludente. Rimontare la sconfitta per quattro a due subita all’andata sarà molto complicato anche nel caso in cui il Marsiglia dovesse fare turn over in vista dell’esordio in campionato di domenica sera contro il Dijon.

Probabili formazioni:
OOSTENDE: Proto, Capon, Rozehnal, Tomasevic, Milic, Siani, Jali, Banda, Berrier, Musona, Akpala.
MARSIGLIA: Mandanda, Sakai, Rami, Rolando, Evra, Luiz Gustavo, Lopez, Sanson, Thauvin (Cabella), Germain (Njie), Ocampos.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
MULTIGOL OSPITE 1-3 (1.30, GoldBet)
LYNGBY – KRASNODAR | giovedì ore 19:45

Il Lyngby nella partita di andata ha approfittato del massiccio turn over scelto dall’allenatore del Krasnodar Shalimov e ha fallito per pochi secondi un pareggio per uno a uno che avrebbe mantenuto ancora più aperta la qualificazione. Il gol del 2-1 per i russi segnato allo scadere da Suleymanov rende per i danesi l’impresa più difficile, anche se il Lyngby ha dimostrato all’andata di non temere confronti con i più quotati avversari: non solo ha segnato, ha anche sfiorato in più occasioni il secondo gol centrando anche un palo.

Stavolta Shalimov manderà in campo una formazione più competitiva vista che la prossima partita di campionato sarà abbastanza agevole, e può contare in attacco sul buon momento di forma di Wanderson, che con Joaozinho e Claesson dovrebbe mettere in difficoltà una difesa che ha preso undici gol nelle ultime tre partite ufficiali. In particolare il Lyngby ha sempre fatto registrare il segno “gol” nelle ultime cinque partite giocate: da provare anche in questa occasione.

Probabili formazioni:
LYNGBY: Andersen, Brandrup, Jónasson, Christensen, Lumb, Ørsnkov, Christjansen, Blume, Kjær, Boysen, Ojo.
KRASNODAR: Sinitsin, Yanbaev, Martynovich, Granqvist, Ramírez, Pereyra, Zhigulev, Gazinskiy, Joaozinho, Wanderson, Claesson.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
GOL (1.72, Bet365)