Formula 1: Gran Premio del Canada

I pronostici sul Gran Premio del Canada di Formula 1
I pronostici sul Gran Premio del Canada di Formula 1

Nel Gran Premio del Canada di Formula 1 Lewis Hamilton è in pole position, seguito da Sebastian Vettel, Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen. Da quanto visto nelle prove libere, sembrava un altro fine settimana con la Ferrari leggermente favorita: i tempi sorprendenti di Hamilton in qualifica hanno di molto riequilibrato i pronostici.

partenza ore 20:00

Grazie a un tempo sul giro eccezionale – 1.11:459, nuovo record della pista di Montreal – Lewis Hamilton è riuscito a ottenere la sua 65esima pole position in carriera, eguagliando il numero di pole ottenute da Ayrton Senna (al primo posto c’è Michael Schumacher, con 68 pole: un record ampiamente alla portata di Hamilton). Considerando i tempi molto buoni ottenuti dalle Ferrari nelle precedenti sessioni libere, è stata una qualifica piuttosto sorprendente per la Mercedes: Sebastian Vettel ha ottenuto il secondo miglior tempo ma con un ritardo di tre decimi di secondo da Hamilton. Valtteri Bottas, con l’altra Mercedes, ha ottenuto un tempo peggiore di oltre sette decimi rispetto a quello di Hamilton, ma gli è comunque bastato per stare davanti a Kimi Raikkonen per 75 millesimi di secondo.

Del gruppo di macchine alle spalle di Mercedes e Ferrari, la Red Bull si è mostrata la più veloce e costante, ma non sembra ancora in grado di competere per il podio. Subito dopo è andata molto forte la Force India, sia con Sergio Perez che con Esteban Ocon, ma gli apprezzamenti più numerosi sono stati quelli rivolti a Felipe Massa, che fin dalle prime prove di venerdì ha mostrato grande familiarità e capacità di adattamento su questa pista (tra lui e il suo compagno di squadra, Lance Stroll, ci sono dieci posizione di distanza in griglia).

Cosa aspettarsi dalla gara

Malgrado la delusione per il ritardo consistente rispetto al tempo della pole position, Sebastian Vettel si è detto assolutamente soddisfatto della velocità della sua macchina in assetto da gara e quindi fiducioso di poter competere per la vittoria. Più o meno la stessa fiducia è stata espressa da Kimi Raikkonen, che ha principalmente attribuito a un errore di guida commesso nel suo ultimo tentativo in qualifica la sua deludente quarta posizione in griglia. Il direttore esecutivo della Mercedes, Toto Wolff, ha motivato l’inattesa performance di Hamilton in qualifica con una diversa gestione delle gomme e una diversa preparazione del tentativo buono (fare un solo giro – molto lento – anziché due, per scaldare le gomme, dopo il giro di lancio). Wolff ha tuttavia ribadito le già note difficoltà della squadra a mantenere costanti e regolari le prestazioni delle macchine quando montano le gomme ultrasoft, quelle meno durature ma più adatte a fare giri veloci.

L’analisi dei tempi fatti da Mercedes e Ferrari nelle prove di venerdì, in assetto da gara, mostra un sostanziale equilibrio. Con gomme ultrasoft i tempi più significativi sono stati quelli di Bottas e Raikkonen: il loro tempo medio sul giro – hanno entrambi compiuto un long run da sette giri – è stato molto simile (1.16:346 per Bottas, 1.16:408 per Raikkonen, che tra i due è quello che ha fatto l’ipotetico giro più veloce). Con gomme supersoft il più veloce e costante è stato Vettel, ma con un vantaggio abbastanza limitato su Hamilton.

La griglia di partenza

pos pilota squadra/motore tempo ritardo
1 Lewis Hamilton Mercedes 1m11.459s
2 Sebastian Vettel Ferrari 1m11.789s 0.330s
3 Valtteri Bottas Mercedes 1m12.177s 0.718s
4 Kimi Raikkonen Ferrari 1m12.252s 0.793s
5 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m12.403s 0.944s
6 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m12.557s 1.098s
7 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m12.858s 1.399s
8 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m13.018s 1.559s
9 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m13.135s 1.676s
10 Nico Hulkenberg Renault 1m13.271s 1.812s
11 Daniil Kvyat Toro Rosso/Renault 1m13.690s
12 Fernando Alonso McLaren/Honda 1m13.693s
13 Carlos Sainz Toro Rosso/Renault 1m13.756s
14 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m13.839s
15 Jolyon Palmer Renault 1m14.293s
16 Stoffel Vandoorne McLaren/Honda 1m14.182s
17 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m14.209s
18 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m14.318s
19 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m14.495s
20 Pascal Wehrlein Sauber/Ferrari 1m14.810s

I pronostici

SCUDERIA VINCENTE: FERRARI (2.25, Bet365, Eurobet, Goldbet)
SCUDERIA VINCENTE: MERCEDES

MARGINE VITTORIA: TRA 5 E 10 SECONDI inclusi (3.00, Bet365)
MARGINE VITTORIA: OLTRE 10 SECONDI

TESTA A TESTA
HAMILTON-BOTTAS 1 (1.20) HAMILTON 1° / BOTTAS 2°
GROSJEAN-MAGNUSSEN 1 (1.40) GROSJEAN 10° / MAGNUSSEN 12°
SAINZ-KVYAT 1 (1.83) KVYAT N.C. (54 giri) / SAINZ N.C. (0 giri)
Quota totale: 3.07, Eurobet

GIRO PIÙ VELOCE: RAIKKONEN (8.00, Bet365)
GIRO PIÙ VELOCE: HAMILTON

 

Aggiornamento lunedì 12 giugno, ore 11:00

La classifica finale del Gran Premio, per semplificare la verifica dei pronostici corretti da parte dei lettori e, soprattutto, per tenere un archivio da consultare nei weekend di gara.

GIRO PIÙ VELOCE: Lewis Hamilton (Mercedes)
Pos pilota squadra/motore tempo/distacco
1 Lewis Hamilton Mercedes 1h33m05.154s
2 Valtteri Bottas Mercedes 19.783s
3 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 35.297s
4 Sebastian Vettel Ferrari 35.907s
5 Sergio Perez Force India/Mercedes 40.476s
6 Esteban Ocon Force India/Mercedes 40.716s
7 Kimi Raikkonen Ferrari 58.632s
8 Nico Hulkenberg Renault 1m00.374s
9 Lance Stroll Williams/Mercedes 1 giro
10 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1 giro
11 Jolyon Palmer Renault 1 giro
12 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1 giro
13 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1 giro
14 Stoffel Vandoorne McLaren/Honda 1 giro
15 Pascal Wehrlein Sauber/Ferrari 2 giri
16 Fernando Alonso McLaren/Honda guasto al motore
Daniil Kvyat* Toro Rosso/Renault danno alla ruota
Max Verstappen* Red Bull/Renault guasto elettrico
Carlos Sainz* Toro Rosso/Renault collisione
Felipe Massa* Williams/Mercedes collisione

* non classificati
(i piloti “non classificati” sono soltanto quelli che non completano almeno il 90% dei giri previsti)