Qualificazioni Euro 2016, gruppo H: Italia-Norvegia e Malta-Croazia

Approfondimenti, pronostici e probabili formazioni per le tre partite dell’ultimo turno del gruppo H di qualificazioni agli Europei: c’è pure Bulgaria-Azerbaijan.

ITALIA – NORVEGIA | martedì ore 20:45

L’Italia ha vinto 3-1 in Azerbaijan e si è qualificata aritmeticamente alle fasi finali di Euro 2016. Gli azzurri non sono però ancora sicuri di finire il girone al primo posto, contro la Norvegia – avversaria di quest’ultimo turno del girone H – basterebbe anche un pareggio per mantenere il primato. Il pareggio molto probabilmente non servirebbe invece alla Norvegia, che per essere sicura della qualificazione diretta dovrà vincere questa partita: con un pareggio o una sconfitta e la contemporanea – probabile – vittoria della Croazia contro Malta, a qualificarsi direttamente sarebbe la Croazia favorita dal vantaggio negli scontri diretti con la Norvegia.

Sarà una partita per questo motivo aperta, presto o tardi la Norvegia sarà costretta – se riuscirà a mantenere inizialmente il punteggio sul pareggio – a scoprirsi attaccando alla ricerca del gol vittoria.

L’Italia contro l’Azerbaijan ha giocato una bella partita. Come abbiamo scritto qui sul Veggente negli ultimi tempi, questa nazionale non ha i campionissimi di cui ha disposto nel passato, soprattutto in attacco, ma il commissario tecnico Antonio Conte ha lavorato benissimo e i risultati positivi ne sono stati la naturale conseguenza: il gruppo è unito, la squadra è sensata da un punto di vista tattico e anche abbastanza camaleontica – gioca senza difficoltà col 3-5-2, col 4-3-3 e col 4-4-2 che in fase offensiva diventa 4-2-4, primo marchio di fabbrica dell’allenatore pugliese – i calciatori danno il massimo a livello atletico.

L’Italia sembra avere le caratteristiche di gioco giuste per mettere seriamente in difficoltà la Norvegia, squadra fisica ma la cui difesa soffre in modo particolare i calciatori veloci. Se gli azzurri riusciranno a ripetere la prova fatta con l’Azerbaijan sotto il profilo dell’intensità, e proporranno ancora un gioco fatto di continue verticalizzazioni e tagli in profondità degli attaccanti, per la Norvegia sarà davvero dura fare un risultato positivo.

Conte dovrebbe fare parecchi cambi rispetto alla partita vinta con l’Azerbaijan, e questo non sarà necessariamente un fattore negativo. Giocheranno calciatori più riposati che potranno giocare sui ritmi alti che tanto piacciono al commissario tecnico azzurro. Viste le numerose assenze a centrocampo e la contemporanea indisponibilità di Pirlo e Verratti, Conte dovrebbe tornare al 3-5-2 con Barzagli, Bonucci e Chellini difensori, Darmian e De Sciglio confermati sulle fasce e Florenzi, Montolivo e Soriano a centrocampo. In attacco con Pellè ci sarà ancora Eder, con Giovinco pronto a entrare nel secondo tempo.

Giovinco in questi mesi è stato strepitoso con la maglia di Toronto nella Mls, e in pochi minuti giocati contro l’Azarbaijan ha provocato l’espulsione di un avversario e preso una traversa su calcio di punizione confermando il suo ottimo stato di forma. Per la lenta difesa della Norvegia – che nel secondo tempo a meno in un improbabile vantaggio acquisito nel primo tempo, sarà costretta a giocare col baricentro più alto, Giovinco potrebbe risultare imprendibile ed è da provare come marcatore.

La vittoria dell’Italia è a quota 1.90 su Bwin che dà un bonus del 100% sul primo versamento fino a 25 euro.

Formazioni ufficiali
ITALIA: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Darmian, Florenzi, Montolivo, Soriano, De Sciglio, Eder, Pellé.
NORVEGIA: Nyland, Elabdellaoui, Hovland, Forren, Aleesami, Skjelbred, Tettey, Johansen, Berget, Soderlund, Henriksen.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.90, Bwin)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (2.25, Eurobet)
GIOVINCO MARCATORE (3.40, Paddy Power)




MALTA – CROAZIA | martedì ore 20:45

Il cambio di allenatore, con Ante Čačić che ha preso il posto di Nico Kovac, ha subito sortito gli effetti sperati. Come previsto, la Croazia ha vinto facilmente contro la Bulgaria dominando la partita dall’inizio alla fine e ora ha la possibilità di qualificarsi direttamente a Euro 2016 battendo Malta e sperando in un piccolo favore da parte dell’Italia, che dovrà evitare la sconfitta contro la Norvegia, unico risultato che costringerebbe la Croazia a giocare gli spareggi.

La Croazia – come già scritto più volte – ha probabilmente la rosa di calciatori più forte di questo girone, basti pensare al centrocampo in cui ci sono Perišić, Rakitić, Modrić e Kovačić. In attacco inoltre l’assenza di Mandzukić ha dato spazio a Kalinić che ha confermato l’ottimo stato di forma vissuto con la Fiorentina, giocando una bella partita anche contro la Bulgaria facendo un gol e mostrandosi utilissimo anche nei passaggi e nel liberare gli spazi per gli inserimenti dei forti centrocampisti, molto abili nel tiro dalla distanza.

Malta non è più l’avversario materasso degli anni passati, con Ghedin come commissario tecnico le sconfitte non sono più state nette come avveniva in passato e soprattutto la fase difensiva è migliorata tantissimo. Nella partita di andata giocata fuori casa infatti Malta ha perso contro la Croazia subendo soltanto due gol, e nel secondo tempo della partita di sabato contro la Norvegia ha subito solo un gol pur giocando in dieci contro undici.

Malta solo in una partita di questo girone ha subito più di due gol, i problemi riguardano piuttosto la fase offensiva visto che è rimasta a secco in sette partite su nove. Per questo motivo oltre alla vittoria della Croazia – che in fase di manovra sarà costretta a fare a meno dell’infortunato Modric – conviene puntare sul “no gol”.

Formazioni ufficiali
MALTA: Hogg, Borg, Zerafa, Muscat R., Briffa, Fenech, Muscat Z., Agius, Kristensen, Effiong, Schembri.
CROAZIA: Subašić, Srna, Ćorluka, Vida, Pivarić, Badelj, Perišić, Rakitić, Pjaca, Kovačić, Kalinić.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (1.10, William Hill)
2 + NO GOL (1.35, Bwin)
2 PRIMO TEMPO (1.40, Eurobet)
BULGARIA – AZERBAIJAN | sabato ore 18:00

La Bulgaria proverà a vincere la prima partita in casa del girone in questa ultima sfida contro l’Azerbaijan in una sfida che mette in palio la quarta posizione in classifica. La Bulgaria attualmente ha otto punti, due in più dell’Azerbaijan. Il rendimento della Bulgaria però ultimamente è stato assai negativo, tre sconfitte consecutive contro Norvegia, Italia e Croazia giocando male, mentre l’Azerbaijan con l’arrivo di Prosinečki in panchina è migliorata facendo tre risultati positivi consecutivi prima di arrendersi all’Italia nell’ultimo turno.

In questa partita la Bulgaria tornerà ad avere a disposizione Svetoslav Dyakov, Yordan Minev e Ilian Mitsanski che erano assenti per squalifica contro la Croazia. L’Azerbaijan in trasferta è senza vittoria nelle ultime 14 partite: 5 pareggi e 9 sconfitte. Alla luce di questa statistica e della scarsa caratura tecnica delle due squadre conviene puntare sulla combo bet con la doppia chance interna più l’under 3.5 a quota 1.43 #che #.

Formazioni ufficiali
BULGARIA: Mitrev, Aleksandrov, Ivanov, Z Milanov, Alexandrov, Minev, Popov, G Milanov, Dyakov, Zlatinski, Rangelov.
AZERBAIJAN: Agayev, Medvedev, Rashad F. Sadygov, Abışov, Mirzabekov, Garayev, Nazarov, Amirguliyev, Ismayilov, Gurbanov, Jafarov.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3.5 (1.43, Eurobet)