Champions League: Juventus-Siviglia e Mönchengladbach-Manchester City (gruppo D)

Champions League

Le probabili formazioni e il possibile risultato di Juventus-Siviglia e Borussia Mönchengladbach-Manchester City, le partite del secondo turno del terribile gruppo D della Champions League (a conti fatti uno dei più difficili, secondo noi).

Le formazioni ufficiali di Juventus-Siviglia:

JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Hernanes, Khedira, Pogba, Evra, Morata, Dybala.
SIVIGLIA: Rico, Coke, Andreolli, Kolo, Tremoulinas, N’Zonzi, Krychowiak, Reyes, K.-Dehli, Konoplyanka, Gameiro.

JUVENTUS – SIVIGLIA | mercoledì ore 20:45

La Juventus ha sbagliato tutto, nel corso del calciomercato estivo? È una domanda lecita, considerati gli scarsi risultati ottenuti finora in campionato dalla squadra campione d’Italia, nonché finalista della scorsa Champions League. I problemi della Juventus sono abbastanza chiaramente legati alle cessioni di Pirlo, Vidal e Tevez, purtroppo diventate inevitabili, e su questo i dirigenti bianconeri non hanno colpe specifiche. Né si può dire che Allegri non abbia avuto a disposizione i nuovi calciatori fin dall’inizio del ritiro: gran parte del calciomercato è stato compiuto tra giugno e luglio, e solo Cuadrado, Lemina e Hernanes sono arrivati negli ultimi giorni.

In questo disastroso avvio di campionato – in Champions League è andata meglio, grazie alla bella vittoria per 2-1 in casa del Manchester City – i problemi della Juventus sono stati sostanzialmente due: innanzitutto gli infortuni (Marchisio e Khedira su tutti, ché un centrocampista davanti alla difesa a questa Juventus serve come il pane), e poi le scelte di formazione compiute per tentare di metterci una pezza. E qui, forse, Allegri si è effettivamente un po’ incartato con alcune decisioni tattiche discutibili.

Le scelte peggiori Allegri le ha fatte a Napoli. Hernanes davanti alla difesa – questo Hernanes, lento come mai – ha fatto poco in fase di impostazione e niente in fase di non possesso palla. Allegri ha insistito con Padoin, e forse vista l’assenza di Lichtsteiner si poteva optare per il 3-5-2 con Cuadrado esterno destro. Al di là degli schemi e dei calciatori scelti da Allegri, è piaciuto poco l’atteggiamento: la squadra è rimasta col baricentro basso e ha recuperato pochissimi palloni oltre la metà campo.

Tra le delusioni di questo avvio di stagione c’è pure Pogba, che finora non è riuscito ad assumersi il ruolo di leader, complicando anzi spesso i piani della squadra cercando di fare cose difficili invece di giocare facile e aiutare i suoi compagni in fase di manovra.

Chi giocherà nella Juventus

L’allenatore Allegri ha di nuovo a disposizione Khedira e Morata, e giocherà come annunciato in conferenza stampa col 3-5-2 vista la contemporanea indisponibilità dei terzini destri Lichtsteiner, Caceres (sospeso) e Padoin (non in lista Champions). A centrocampo – ancora indisponibile Marchisio – davanti alla difesa ci sarà il ritorno di Khedira con Pogba da interno insieme a uno tra Lemina – tra i nuovi acquisti il più positivo in questo avvio di stagione – o Pereyra o Sturaro, che però è in dubbio per dei problemi fisici. I centrali di difesa saranno Barzagli, Bonucci e Chiellini; a sinistra giocherà Evra e a destra Cuadrado.

Allegri manderà in campo due attaccanti: indisponibile Mandzukic, ci saranno Morata e Dybala.

Questa appena delineata è una Juventus quantomeno “sensata” da un punto di vista tattico, ma con qualche punto interrogativo riguardante soprattutto la condizione fisica di Khedira, che giocherà in una posizione fondamentale. Il risultato di stasera dipenderà molto da Pogba e dall’atteggiamento della squadra: facendo pressing continuo e giocando col baricentro alto la non solidissima difesa del Siviglia potrebbe andare in affanno.

Come sta il Siviglia, campione in carica dell’Europa League

Siviglia e Juventus sono accomunati da un inizio di stagione molto positivo in Champions League (anche il Siviglia ha vinto la prima partita, 3-0, contro il Monchengladbach), ma molto negativo in campionato. Al termine della quinta giornata di campionato il Siviglia si è ritrovato ultimo in classifica con il disastroso bilancio di 2 punti, frutto di 2 pareggi e tre sconfitte (2 soli gol segnati e 8 gol subiti). Sabato scorso, in casa contro il Rayo Vallecano, è riuscita quantomeno a ottenere la sua prima vittoria in campionato e la sua prima vittoria in casa, per 3-2, ma con una fatica e una difficoltà obiettivamente incredibili per una squadra che ha vinto l’Europa League nelle ultime due stagioni. Sul 2-2, con il centrocampo del Siviglia in totale confusione e la difesa pure, il Rayo ha seriamente rischiato di vincerla, la partita.

I guai del Siviglia

L’apprezzato allenatore del Siviglia, Unai Emery, ha dovuto in questa stagione far fronte alla necessità di trovare il ruolo più adatto in campo per ciascuno dei nuovi calciatori acquistati dalla società nel calciomercato estivo. I risultati non sono stati positivi, in parte a causa delle difficoltà dei giocatori a comprendere gli schemi e i movimenti della squadra (Immobile non ha ancora trovato un posto in questa squadra), e in parte a causa di scelte tecnicamente discutibili a monte (ceduto Bacca al Milan, è stata una buona mossa caricare l’intera responsabilità dell’attacco sul solo Gameiro? E Llorente è davvero un attaccante adatto al gioco del Siviglia?).

Chi giocherà nel Siviglia

Pur mostrando grossi limiti ed evidenti distrazioni in fase difensiva, il Siviglia nella partita contro il Rayo Vallecano è tornato a far vedere qualche movimento corretto in attacco, e soprattutto non si è sentita troppo la mancanza di Banega (ancora infortunato) a centrocampo. Bravo ancora una volta – più nel primo che nel secondo tempo – N’Zonzi, tra i pochi a non sfigurare in questo inizio di stagione. Visto il buon primo tempo della squadra contro il Rayo (all’intervallo stavano 2-0), Emery potrebbe decidere di affidarsi in gran parte agli stessi titolari di quella partita, magari inserendo dal primo minuto l’ucraino Konopljanka, autore del gol su punizione che ha permesso al Siviglia di sfangarla e vincere 3-2 una partita che si stava mettendo malissimo. I guai maggiori restano in difesa.

La Juventus ha la fortuna di giocare contro una squadra che attualmente ha nella difesa i maggiori problemi: a causa degli infortuni di Pareja, Rami e Carriço, i centrali saranno ancora Kolodziejczak e Andreolli, in prestito al Siviglia dall’Inter. Nelle quattro partite in cui loro due hanno giocato titolari al centro della difesa il Siviglia ha sempre preso almeno un gol a partita: sette in totale contro Levante, Celta Vigo, Las Palmas e Rayo Vallecano.

Le formazioni ufficiali:
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Hernanes, Khedira, Pogba, Evra, Morata, Dybala.
SIVIGLIA: Rico, Coke, Andreolli, Kolo, Tremoulinas, N’Zonzi, Krychowiak, Reyes, K.-Dehli, Konoplyanka, Gameiro.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.90, Eurobet)
GOL (1.72, Eurobet)
1X + OVER 1.5 (1.56, Eurobet)




BORUSSIA MONCHENGLADBACH – MANCHESTER CITY | mercoledì ore 20:45

Il Manchester City dopo un avvio strepitoso di stagione con cinque vittorie consecutive in campionato, undici gol fatti e zero subiti, ha peggiorato il suo rendimento a partire dall’esordio in Champions League, perso in casa 2-1 contro la Juventus. Dopo la sconfittta contro la Juventus, il Manchester City ha perso due volte consecutive in campionato contro West Ham e Tottenham, subendo sei gol. L’unica vittoria è arrivata (4-1) in coppa di lega contro il disastroso Sunderland, partita in cui Pellegrini ha schierato quasi tutti i titolari.

La partita contro il Tottenham non è stata giocata male dal Manchester City, soprattutto nel primo tempo in cui era passato in vantaggio con un bel contropiede. Il problema è che con i due difensori solitamente titolari assenti (Mangala e Kompany), l’inedita coppia centrale formata da Otamendi e Demichelis (incredibile come sia stato ancora confermato dopo i disastri combinati negli ultimi anni) ha fatto danni e ancora peggio ha fatto il portiere Caballero, scelto a sorpresa titolare al posto di Hart.

Il Manchester City sarà costretto a giocare ancora senza Mangala e Kompany, un guaio per la difesa che continua a essere il reparto meno affidabile di questa squadra. In avanti quanto meno l’allenatore Pellegrini ritrova Silva, che dovrebbe essere titolare con Sterling, De Bruyne e Aguero. Un quartetto capace di fare impazzire anche le difese più solide, figuriamoci quella del Borussia Möenchengladbach che in questo avvio di campionato le ha prese da tutte le squadre.

Il Borussia ha iniziato la stagione come peggio non poteva, con sei sconfitte consecutive che hanno consigliato all’allenatore Favre di rassegnare le dimissioni. La scelta estrema dell’allenatore capace di portare questa squadra dalla zona retrocessione della Bundesliga alla Champions League nel giro di pochi anni ha dato la giusta scossa ai calciatori che hanno vinto le due partite successive con il nuovo allenatore Schubert in panchina.

Anche nelle due partite vinte però il Borussia ha subito gol, e finora nelle nove partite ufficiali giocate in stagione non è mai riuscito a mantenere la porta inviolata subendo complessivamente 19 gol, due in media a partita.

Il problema della difesa è grave per questa squadra che negli anni passati ha fatto ottimi risultati soprattutto grazie alla solidità della retroguardia, mentre in attacco non ci sono stati mai dei fenomeni e i gol fatti sono spesso arrivati in contropiede o con gli inserimenti dei centrocampisti, Herrmann su tutti. L’assenza dell’infortunato Stranzl in difesa e la partenza di Kruse in attacco sono stati altri fattori decisivi nel difficile avvio di stagione.

La vittoria contro lo Stoccarda nell’ultimo turno di Bundesliga è stata tutt’altro che convincente, la squadra ha continuato a sbandare in difesa e se ha vinto è stato grazie alla scarsa precisione degli attaccanti avversari. Contro De Bruyne e Aguero bisognerà fare molto meglio, altrimenti si rischia di subire una nuova goleada.

#– che offre ai nuovi clienti un bonus di 20 euro con una prima scommessa da almeno 5 euro (a quota minima 2.00) + un bonus ulteriore di 5 euro a settimana per chi scommette almeno 25€ a settimana in singole/multiple da quota minima 2.00 – è possibile giocare la combo bet con la doppia chance esterna più l’over 1.5.

Le formazioni ufficiali:
MONCHENGLADBACH: Sommer, Korb, Christensen, Dominguez, Wendt, Xhaka, Dahoud, Herrmann, Johnson, Raffael, Stindl.
MANCHESTER CITY: Hart, Sagna, Otamendi, Demichelis, Kolarov, Fernandinho, Yaya Toure, Sterling, De Bruyne, Silva, Aguero.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (1.87, Eurobet)
OVER 2.5 (1.72, Eurobet)
X2 + OVER 1.5 (1.54, Eurobet)