Europa League, ci sono quattro squadre italiane

Europa League
DNIPRO – INTER | giovedì 17 ore 19:00

Il Dnipro è una squadra tosta da affrontare in Europa League, perché è la squadra ucraina più forte dopo Shakhtar Donetsk e Dinamo Kiev e ha parecchi calciatori di buon livello, su tutti il terzino sinitro Strinic, il difensore centrale Mazuch e gli attaccanti Konoplyanka e Zozulya, quest’ultimo in non perfette condizioni fisiche motivo per cui potrebbe essere sostituito da Kalinić che pure non è male. Il Dnipro dovrà giocare questa partita a Kiev per motivi di sicurezza, e quindi il vantaggio del fattore campo sarà relativo. L’Inter avrà un vantaggio, ma dovrà giocare con grande concentrazione perché gli avversari hanno calciatori di alto livello e in questa competizione danno il massimo.

L’Inter ha giocato alla grande contro il Sassuolo ma è stato favorito dalla scellerata fase difensiva della squadra avversaria. A Torino l’Inter non riuscì ad attaccare con lo stesso profitto e quindi ci sarà bisogno di parecchie altre partite per capire il reale valore della squadra di Mazzarri. L’allenatore per questa lunga trasferta farà poi sicuramente un po’ di turn over. Prevedibili i cambi sulle fasce, con Jonathan e D’Ambrosio titolari. E un posto potrebbe trovarlo anche Guarin, che da subentrato ha fatto vedere di essere in buona forma.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è il pronostico da preferire, a quota 1.72 su # che accredita sul conto un bonus del 200% del primo deposito (bonus massimo: 30 euro). Le due squadre vengono da due goleade in campionato: il Dnipro ha fatto cinque gol, l’Inter ne ha fatti sette. Gli attaccanti hanno il morale alto e potrebbero fare ancora gol.

Probabili formazioni
DNIPRO: Boyko; Luchkevych, Mazuch, Douglas, Strinic; Kravcenko, Kankava; Matos, Gama, Konoplyanka; Zozulja (Kalinic).
INTER: Handanovic; Campagnaro, Vidic, Juan Jesus; Jonathan, Hernanes, M’Vila, Kuzmanovic, D’Ambrosio; Guarin; Osvaldo.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.72, #)
X (3.20, #)

CLUB BRUGGE – TORINO | giovedì 18 ore 19:00

Il Torino ha conquistato la qualificazione in Europa League l’anno scorso al termine di un ottimo campionato ed è probabilmente la squadra italiana che giocherà questa competizione con maggiore entusiasmo e voglia di fare. Sul piano tattico la squadra di Ventura è preparata per fare bene anche in Europa, i dubbi vengono però dall’attacco e sono gli stessi posti prima della partita contro la Sampdoria in Serie A. Le partenze di Immobile e Cerci sono pesanti, la fase offensiva del Torino non sarà efficace come quella dello scorso anno, è inevitabile. Quagliarella avrà modo di fare parecchi gol ma la coppia con Amauri non convince, è troppo statica e le ripartenze del Torino rischiano di fallire in partenza. L’impressione è che Ventura dovrà cambiare qualcosa nella manovra offensiva e ci vorrà del tempo. In questo momento anche in questa partita è difficile credere che il Torino riuscirà a fare più di un gol, sebbene abbia la voglia e la capacità di fare almeno un punto.

Il Club Brugge non è una squadra scarsa ma non ha poi nemmeno tutti questi fenomeni. Ha perso sul mercato il suo “Cerci”, ossia Lestienne passato al Genoa. I calciatori più forti sono il difensore costaricano Oscar Duarte e l’attaccante Nicolas Castillo, mentre a centrocampo c’è l’esperto Simons. In campionato le cose non stanno andando benissimo: nelle ultime cinque partite il Club Brugge ha fatto quattro pareggi e una sconfitta, e dei quattro pareggi tre sono finiti col risultato di 1-1.

Probabili formazioni
CLUB BRUGGE: Ryan; Meunier, Duarte, Engels, De Bock; Simons, Menegazzo, Gedoz; Storm, Vazquez, Sobota.
TORINO: Gillet; Bovo, Glik, Moretti; Darmian, Gazzi, Vives, Sánchez Miño, Molinaro; El Kaddouri, Quagliarella.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER 1.5 SQUADRA OSPITE (1.72, #)
X (3.25, #)
FIORENTINA – GUINGAMP | giovedì 18 ore 21:05

La Fiorentina giocherà contro una squadra francese, ma è probabilmente la francese più facile da affrontare perché si tratta sì di una squadra di Ligue 1 ma che si è qualificata in Europa League non per meriti di classifica ma avendo vinto la Coppa di Francia. Il Guingamp che è allenato da Jocelyn Gouvernnec ha pochi calciatori di qualità. In porta c’è l’altissimo Samassa, portiere del Mali), in difesa il terzino danese Jacobsen e il centrale Sorbon, a centrocampo capitan Mathis e Marveaux (in prestito dal Newcastle), gli attaccanti titolari di solito sono Yatabaré e Schwartz. C’è anche il fantasioso ex Lione Pied, giocatore molto tecnico ma troppo discontinuo.

La Fiorentina quest’anno sembra volere puntare molto sull’Europa League e dimostrazione ne è il fatto che Cuadrado e Mario Gomez – i due calciatori potenzialmente più forti – saranno titolari. Montella farà qualche cambio negli altri reparti ma la sua Fiorentina è molto più forte del Guingamp e se sarà un minimo più cinica in zona gol rispetto alle partite contro Roma e Genoa non avrà difficoltà a vincere questa partita.

La vittoria della Fiorentina è a quota 1.42 su Gazzabet che dà un bonus del 100% fino a 50 euro più 5 euro in regalo extra per chi invia i documenti dopo la registrazione.

Probabili formazioni
FIORENTINA: Tatarusanu; Richards, Savic, Basanta, Pasqual; Aquilani, Badelj, Kurtic; Bernardeschi, Gomez, Cuadrado.
GUINGAMP: Samassa, Baca, Kerbrat, Sorbon, Leveque, Diallo, Mathis, Pied, Marveaux, Beauvue, Mandanne.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.42, Gazzabet)
NAPOLI – SPARTA PRAGA | giovedì 18 ore 21:05

Per il Napoli questa partita contro lo Sparta Praga sarà difficile. Il Napoli ha giocato e perso i preliminari di Champions League ed è stato così retrocesso in Europa League. Dopo l’eliminazione la maggior parte dei calciatori nelle interviste ha detto di volere riscattare la sconfitta contro l’Athletic Bilbao provando a vincere il campionato di Serie A, non certo l’Europa League. E visto che nella seconda partita del campionato è arrivata una brutta sconfitta in casa contro il Chievo, chissà quale sarà il risultato in Europa League contro lo Sparta Praga in una partita che il Napoli potrebbe affrontare con nervosismo e forse neppure troppa voglia.

Il Napoli è superiore allo Sparta Praga, ma era superiore anche al Chievo. Dal punto di vista tattico la squadra di Benitez continua a essere troppo sbilanciata. Gli esterni d’attacco non tornano, i mediani stanno correndo poco facendo allo stesso tempo male in fase di impostazione (Jorginho sta deludendo) e anche i singoli in difesa stanno lasciando a desiderare (Albiol su tutti) senza dimenticare che Rafael non è all’altezza di Reina, e forse prendere un portiere d’esperienza sul mercato sarebbe stata la mossa migliore.

Lo Sparta Praga è una squadra da non sottovalutare, ha vinto lo scorso campionato ceco e in Champions League è stato eliminato ai preliminari dal Malmö – al quale in casa ha fatto quattro gol – solo per via del numero maggiore di gol segnati in trasferta dagli avversari. Nel preliminare di Europa League ha eliminato gli olandesi dello Zwolle.

Puntare contro il Napoli resta pur sempre un azzardo, ma vista la quota proposta, il “gol” (entrambe le squadre segnano) è da provare.

Probabili formazioni
NAPOLI: Rafael; Mesto, Henrique, Koulibaly, Britos; Gargano, De Guzman; Mertens, Michu, Callejon; Duvan Zapata.
SPARTA PRAGA: Bičík, Kadeřábek, Kováč, J. Brabec, Costa, Dočkal, Vacek, Mareček, Matějovský, L. Krejčí, Lafata.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.90, Gazzabet)