Europa League, tutte le combinazioni per passare il turno

Europa League
Lo striscione con il logo ufficiale dell'Europa League in uno stadio (Getty Images)

Europa League, mancano 90 minuti alla conclusione della fase a gironi. Un ultimo turno nelle quali molte squadre si giocheranno la possibilità di andare avanti nella competizione.

Allo stato attuale Roma, Arsenal, Slavia Praga, Bayer Leverkusen, Rangers, Benfica, Granada, PSV Eindhoven, Leicester, Braga, Lille, Milan, Villarreal, Anversa, Tottenham, Dinamo Zagabria, Hoffenheim e Stella Rossa hanno già staccato il pass per i sedicesimi di finale. Fuori dalla lotta invece, CSKA Sofia, Dundalk, Nizza, Hapoel Beer Sheva, Lech Poznan, Standard Liegi, Paok, Omonia, Rijeka, Zorya Luhansk, AEK Atene, Sparta Praga, Celtic, Qarabağ, Lask Linz, Ludogorets, Cska Mosca, Slovan Liberec e Gent.

Nella sesta ed ultima giornata potrebbero ottenere la qualificazione Cluj, Young Boys, Molde, Rapid Vienna, Az Alkmaar, Napoli, Real Sociedad, Maccabi Tel-Aviv, Sivasspor, Feyenoord e Wolfsberg.

Analizziamo la situazione nel dettaglio, per capire meglio quali potrebbero essere i verdetti definitivi nella serata di giovedì.

Europa League, i possibili verdetti della sesta giornata

Nel gruppo A la Roma non rischia nulla, essendo già qualificata come prima. I giallorossi saranno impegnati una gara che è ormai inutile ai fini della qualificazione, con il Cska Sofia, ultimo e già eliminato. Tutto da decidere invece per il secondo posto, che si contenderanno Young Boys e Cluj. Gli svizzeri, avanti di due punti in classifica, hanno due risultati a disposizione, mentre i rumeni per passare devono vincere per forza.

Nel gruppo B di Europa League, è ininfluente la gara tra l’Arsenal, già qualificato e sicuro del primato, e il Dundalk, fanalino di coda del girone con zero punti in cinque partite. A giocarsi il secondo posto saranno Molde e Rapid Vienna, ma i norvegesi possono contare su un vantaggio di tre punti. Al Molde andrebbe bene anche il pareggio e addirittura anche la sconfitta, a patto che perda con un gol di scarto e ne segni almeno uno. Viceversa, gli austriaci devono vincere 1-0 oppure con un margine di due o più gol.

Europa League
Da sinistra Ellingsen, Risa e Knudtzon del Molde (Getty Images)

Europa League: i gruppi C e D

Nel gruppo C, è quasi tutto definito. Bayer Leverkusen e Slavia Praga si affrontano nello scontro diretto per il primo posto. Hanno gli stessi punti, ma i cechi sono in vantaggio per aver vinto la gara d’andata 1-0. Perciò il Leverkusen deve vincere perché con un pareggio sarebbe secondo. Ininfluente il match tra Nizza e Hapoel Beer Sheva, già eliminate.

Nel gruppo D, sono ormai fuori sia Standard Liegi che Lech Poznan. Restano da definire solamente il primo ed il secondo posto. Rangers e Benfica sono appaiati entrambi a quota undici punti: gli scontri diretti tra le due squadre sono terminati in parità, ma gli scozzesi di Gerrard hanno segnato un gol in più in trasferta. Per questo motivo i Rangers saranno primi se vinceranno oppure se faranno lo stesso risultato del Benfica, che sarà impegnato contro lo Standard Liegi.

La situazione negli altri gruppi

Nel gruppo E, il Granada, attualmente primo con dieci punti, si contende il primo posto con il Psv Eindhoven, anch’esso già qualificato, che ha un punto in meno. Gli spagnoli nell’ultima giornata affrontano i greci del Paok, ormai fuori dalla competizione così come l’Omonia: ovviamente il Granada passa come primo se vince oppure se pareggia o perde e, contemporaneamente, il Psv non batte i ciprioti.

Nel gruppo F, tre squadre sono ancora in lotta per i due posti che danno l’accesso ai sedicesimi. Il Napoli è primo con 10 punti, seguono Real Sociedad e Az Alkmaar con 8. Fuori dai giochi, invece, il Rijeka, ultimo con un punto. Gli azzurri di Gattuso ospitano gli spagnoli al “Maradona”: si qualificano se vincono oppure evitano la sconfitta e l’Az non vince contro il Rijeka. La Real Sociedad, invece, passa se vince oppure se ottiene lo stesso risultato degli olandesi, con cui è in vantaggio negli scontri diretti. L’Az si qualifica se vince oppure con un pareggio ed una simultanea sconfitta della Real Sociedad.

Leggi anche: Napoli-Real Sociedad, Europa League: probabili formazioni e pronostici

I gironi G e H

Nel gruppo G, sono già ai sedicesimi con un giornata d’anticipo il Leicester e il Braga, che in classifica hanno pure gli stessi punti, dieci. Gli inglesi passano come primi se battono l’Aek Atene oppure se fanno lo stesso risultato del Braga, in svantaggio negli scontri diretti. Già eliminati Zorya Luhansk e Aek.

Nel gruppo H, il Milan e il Lille sono già qualificate ai sedicesimi, non resta che decidere chi passerà come prima e sarà testa di serie nel sorteggio. Il Lille ha un punto in più dei rossoneri: passa come primo se vince in casa del Celtic oppure se pareggia o perde e contemporaneamente il Milan non vince. Sparta Praga e Celtic sono fuori dalla competizione.

Europa League
Il tecnico del Maccabi Tel Aviv, Donis, dà istruzioni a Kandi (Getty Images)

Nel gruppo I si gioca solamente per il secondo posto dietro al Villarreal, già matematicamente primo grazie ai tredici punti conquistati. Maccabi Tel Aviv, 8 punti, e Sivasspor, 6 punti, si contendono la qualificazione nello scontro diretto in Israele. Al Maccabi andrà ovviamente bene anche un pareggio, mentre i turchi sono obbligati a vincere. Già eliminato il Qarabag.

Cosa serve a Tottenham e Feyenoord

Nel gruppo J il Tottenham deve assolutamente vincere per scavalcare l’Anversa e passare come primo, altrimenti con un pareggio dovrà accontentarsi del secondo posto. I belgi hanno infatti due punti in più della squadra di Mourinho e vanno a Londra sperando di acciuffare almeno un pari. Entrambi sono comunque già qualificati, a differenza di Lask Linz e Ludogorets.

Nel gruppo K le attenzioni sono tutte rivolte alla sfida tra Wolfsberg e Feyenoord, con gli austriaci che sono avanti di due punti in classifica rispetto agli olandesi e si possono permettere pure di pareggiare. Non ha alcun valore ai fini della qualificazione il match tra Dinamo Zagabria, già matematicamente prima, e Cska Mosca, è già eliminato.

Nel gruppo L non c’è più niente da decidere: l’Hoffenheim è matematicamente primo, la Stella Rossa, anch’essa qualificata, passerà come seconda, mentre Slovan Liberec e Gent hanno già abbandonato la competizione da ormai due giornate.