L’Italia è nei quarti di finale del Mondiale femminile

italia mondiale femminile

Al campionato mondiale di calcio femminile l’Italia ha battuto 2-0 la Cina nella partita degli ottavi di finale, a Montpellier. Hanno segnato Valentina Giacinti nel primo tempo e Aurora Galli nel secondo. L’Italia ha così eguagliato il suo miglior risultato di sempre in un Mondiale di calcio: ha raggiunto i quarti di finale, come avvenuto nella prima edizione di questa competizione, nel 1991.

Italia-Cina: primo tempo

La nazionale italiana ha avuto un approccio migliore alla partita. Ha da subito cercato il gol del vantaggio con maggiore ostinazione rispetto alla Cina, apparsa in buone condizioni atletiche ma tecnicamente inferiore. Dopo un quarto d’ora di gioco Valentina Giacinti, schierata titolare in attacco, ha segnato il primo gol dell’Italia calciando in porta di sinistro un pallone vagante in area avversaria. L’azione era stata avviata dalla stessa Giacinti, sulla fascia destra, e poi ben gestita da Barbara Bonansea, brava a cercare il passaggio filtrante per l’esterna sinistra Valentina Bartoli. Qualche minuto dopo l’Italia è andata vicino al raddoppio, evitato dalla Cina per merito delle buone qualità della giovane portiera Shimeng Peng.

Italia-Cina: secondo tempo

Il primo tempo si è concluso con l’Italia in vantaggio di un gol ma con la Cina pericolosa in diverse occasioni negli ultimi minuti prima dell’intervallo. La commissaria tecnica dell’Italia, Milena Bertolini, ha sostituito al 40° minuto la mezza punta Cristiana Girelli con la centrocampista Aurora Galli. L’Italia è così passata dal consueto 4-3-1-2 a un 4-4-2 più convenzionale e “coperto”, per correggere qualche squilibrio tattico emerso con il passare dei minuti. Ha funzionato. Al quarto minuto del secondo tempo la stessa Galli ha segnato con un tiro potente raso terra da fuori area.

La partita è proseguita senza particolari rischi per l’Italia, in grado di contrastare efficacemente e sul nascere qualsiasi azione d’attacco della Cina. In difesa sia Elena Linari che Sara Gama, le due centrali, non hanno commesso errori e hanno marcato stretto le attaccanti avversarie con attenzione e puntualità per tutta la partita. In attacco Bonansea e Girelli sono apparse più stanche del solito ma hanno aiutato moltissimo la squadra in fase difensiva. L’Italia ha confermato di possedere tenacia, compattezza e spirito di squadra, qualità che già da diverse settimane le vengono attribuite da addetti e commentatori sportivi.

Nei quarti di finale, in programma da giovedì, affronterà sabato prossimo alle 15:00 la vincente di Olanda-Giappone, che si giocherà stasera alle 21:00.