Liga: Atletico-Eibar, Rayo-Las Palmas e Bilbao-Villarreal (sabato)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Ecco le probabili formazioni, i pronostici e le informazioni più recenti riguardo Atletico Madrid-Eibar, Rayo Vallecano-Las Palmas e Athletic Bilbao-Villarreal, le tre migliori partite che si giocano sabato nel campionato spagnolo.

ATLETICO MADRID – EIBAR | sabato ore 16:00

Prima che andasse tutto in vacca con l’espulsione di Filipe Luis alla fine del primo tempo (per un brutto fallo contro Messi), sabato scorso al “Camp Nou” l’Atletico Madrid stava facendo un’ottima partita: nella prima mezz’ora di gioco ha letteralmente dominato, prima che il Barcellona emergesse sulla distanza grazie ai numeri dei suoi tre strepitosi attaccanti. In questo momento il campionato spagnolo ha un solo dominatore: il Barcellona, che peraltro ha ancora una partita da recuperare – contro lo Sporting Gijon, il prossimo 17 febbraio – e quindi porterà verosimilmente a 6 i punti di vantaggio sull’Atletico, che ora ha il Real Madrid a un solo punto di distanza, in terza posizione.

Gli effetti peggiori in seguito allo scontro diretto con il Barcellona l’Atletico potrebbe pagarli in termini di squalifiche. Benché la partita di questo turno di campionato, in casa contro l’Eibar, non rappresenti un grosso ostacolo, l’Atletico dovrà giocare senza tre quarti di difesa titolare: Juanfran, squalificato per somma di ammonizioni; Godin, espulso anche lui contro il Barcellona; e Filipe Luis, la cui squalifica è stata fortunatamente ridotta in appello da tre a una giornata. Significa che probabilmente Simeone dovrà utilizzare Gamez e Lucas Hernández, ma non Savic, che venerdì ha lasciato gli allenamenti in anticipo e non è tra i convocati. A questo punto è possibile che Simeone arretri Saúl Ñíguez in posizione da centrale (ruolo che è comunque in grado di ricoprire). Eventualmente tra i convocati – presi direttamente dalle giovanili – ci sono anche Nacho Monsalve, un buon centrale, e Theo Hernández, un promettente esterno sinistro (peraltro fratello di Lucas). Certamente assente a centrocampo sarà Augusto Fernandez, che a causa della parziale rottura del legamento crociato non tornerà in campo prima dell’inizio di aprile.

È molto probabile l’impiego di Correa, dopo il turno di squalifica contro il Barcellona: è uno dei più in forma e più “riposati” nella rosa dell’Atletico, e la sua rapidità e buona intesa con Griezmann potrebbe tornare molto utile per approfittare degli errori difensivi che l’Eibar spesso commette. Inoltre l’Eibar sarà privo di Pantic in difesa e anche senza Borja Baston in attacco (è un giocatore in prestito proprio dall’Atletico, e l’Eibar dovrebbe pagare una penale per poterlo schierare in questa partita: è un genere di clausola abbastanza frequente nella contrattualistica del campionato spagnolo). L’Eibar è però una squadra che ultimamente ha segnato molti gol, e che utilizza molto bene i calci piazzati (aspetto in cui l’Atletico eccelle pure, sì, ma quando ha a disposizione i suoi difensori titolari, in particolare Godin). Per quanto difficile sia, le condizioni per ritenere possibile che l’Eibar riesca a segnare un gol al “Vicente Calderon” esistono.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Gamez, Gimenez, Saúl Ñíguez, Lucas Hernández; Gabi, Thomas Partney; Koke, Carrasco, Correa; Griezmann.
EIBAR: Riesgo; Capa, Dos Santos, Ansotegi, Juncà; Escalante, Dani Garcia; Adriàn, Keko, Inui; Enrich.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.44, William Hill)
OVER 4,5 CARTELLINI (1.66, Bet365)
GOL (2.30, SNAI e Bwin)




 

RAYO VALLECANO – LAS PALMAS | sabato ore 18:15

Guardando la classifica, il Rayo Vallecano è ancora messo abbastanza male: terzultimo con 20 punti in 22 partite. Nelle ultime giornate, tuttavia, si è rivista la squadra che Paco Jamez vuole che il Rayo sia: rapida a centrocampo, “coraggiosa” e anche occasionalmente squilibrata, quando non c’è niente da perdere e nessun risultato da difendere. I limiti strutturali della rosa ci sono: Bebé e Jozabed ce la mettono tutta, ma la qualità media rispetto alle ultime stagioni si è obiettivamente abbassata, e l’infortunio del portiere Toño ha reso tutto più complicato (Juan Carlos continua a commettere errori clamorosi e ha parziali responsabilità in quasi tutti i gol subìti dal Rayo da quando manca Toño). Qualche giorno fa è arrivato in prestito dall’Udinese Manuel Iturra, che potrebbe quantomeno portare esperienza in un reparto già piuttosto indebolito dall’assenza dell’ala destra Ebert per infortunio (stagione finita) e da quella più recente di Embarba (rientra per metà febbraio).

Per tutte queste ragioni viene molto difficile ipotizzare che il Rayo possa giocare un’intera partita senza subire gol, tanto più contro il Las Palmas, che recentemente sembra aver in parte risolto i problemi di prolificità in attacco, fermo restando la grave vulnerabilità difensiva. Con un po’ di fortuna, la settimana scorsa è anche riuscito a battere a Gran Canaria il Celta Vigo, una squadra certamente più attrezzata del Las Palmas. Dal punto di vista della classifica, è uno scontro diretto per non retrocedere: il Las Palmas si trova al quartultimo posto con un solo punto in più rispetto al Rayo. Ma la situazione in quella parte di classifica è confusa, affollata e molto avvincente: nel giro di tre settimane, chi ora sta relativamente tranquillo potrebbe teoricamente trovarsi in fondo, dietro tutti.

Le probabili formazioni:
RAYO VALLECANO: Carlos; Tito, Llorente, Ze Castro, Quini; Trashorras, Jozabed; Piti, Pablo Hernandez, Bebé; Miku (o Javi Guerra).
LAS PALMAS: Varas; Simon, Aythami, Bigas, Castellano; Valeron, Roque mesa; Viera, Tana, Wakaso; Willian José.

PROBABILE RISULTATO: 3-2
OVER (1.75, Bwin e #)

 

ATHLETIC BILBAO – VILLARREAL | sabato ore 20:30

A questa partita di livello europeo, probabilmente la più bella di questo fine settimana, Athletic e Villarreal ci arrivano non proprio nel miglior momento di forma: entrambe le squadre hanno vinto le rispettive partite dello scorso turno di campionato con un 1-0 molto stringato. Se dall’Athletic Bilbao a Getafe non ci si poteva aspettare molto di più, dal Villarreal in casa contro il Granada sì. Soltanto un rigore – assegnato molto generosamente – ha permesso al Villarreal di ottenere i tre punti, in una partita in cui nel primo tempo aveva peraltro sofferto moltissimo la velocità del giovane attaccante nigeriano del Granada, Isaac Success (che però ha ancora da lavorare parecchio sulla tecnica). Un attaccante molto veloce, e di sicuro anche più attrezzato tecnicamente, l’Atlhetic Bilbao ce l’ha: è Inaki Williams, che sta aiutando la squadra – ben più di Eraso o Muniain – ad attraversare questa complicata fase della stagione senza l’infortunato Raul Garcia.

È stato proprio Williams a segnare il gol grazie al quale l’Athletic ha battuto il Getafe nel turno scorso, e sempre lui – sfruttando la lentezza di Mathieu – ha segnato al “Camp Nou” il gol che aveva provvisoriamente portato in vantaggio l’Athletic contro il Barcellona la settimana scorsa nei quarti di finale di Coppa del Re (poi è finita 3-1). Ora come ora, è il giocatore più imprevedibile nella rosa, l’unico che offra alternative al gioco fisico e in parte prevedibile dell’Athletic Bilbao: potrebbe rivelarsi una buona arma per neutralizzare il Villarreal, una squadra molto rapida sulla trequarti ma inaffidabile in difesa (insieme al Barcellona è quella che ha commesso più errori difensivi individuali, benché soltanto due di questi abbiano causato un gol dell’avversario).

Il confronto interessante a centrocampo – la “sfida nella sfida”, direbbero i giornalisti – sarà tra Williams e Denis Suarez, che a dire il vero nelle ultime giornate è stato un po’ deludente. Dovessero non essere in serata né l’uno né l’altro, si tratta ad ogni modo di una partita che potrebbe essere sbloccata in qualsiasi momento da un calcio piazzato, una giocata di Aduriz o una punizione di Bruno Soriano. Ci sono 10 punti di distanza tra l’Athletic, sesto, e il Villarreal, quarto, ma la partita tra queste due squadre si presenta più equilibrata di quanto si intuisca dalla classifica.

Le probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Iraizoz; Lekue, Etxeita, Laporte, Balenziaga; San José, Benat; Eraso, Susaeta, Williams; Aduriz.
VILLARREAL: Areola; Mario Gaspar, Musacchio, Victor Ruiz; Jaume Costa; Bruno Soriano, Trigueros, J. Dos Santos, Denis Suarez; Soldado, Bakambu.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (2.00, Betfair, Bet365 e William Hill)