Premier League: si parte con Manchester United-Tottenham

Premier League

Comincia la Premier League, sabato 8 agosto, e la prima partita in programma alle 13:45 è già da seguire: Manchester United-Tottenham. Ecco le analisi, le probabili formazioni e i pronostici anche riguardo Bournemouth-Aston Villa, Everton-Watford e Chelsea-Swansea.

MANCHESTER UNITED – TOTTENHAM | sabato ore 13:45

L’allenatore del Manchester United Van Gaal ha fatto un’altra mezza rivoluzione nel suo secondo anno alla guida del club. Nella scorsa stagione il Manchester United pur tra mille difficoltà è riuscito a qualificarsi in Champions League e ad avere un buon rendimento nelle partite in casa, ma il gioco espresso non è mai stato dei migliori e la difesa non ha mai dato agli osservatori la sensazione di essere una difesa “solida”.

Van Gaal ha fatto parecchi acquisti ma non si capisce perché non abbia preso un difensore centrale forte, sebbene disponibili in giro non ce ne siano poi così tanti. Gli acquisti sono di alto profilo: Darmian, Schneiderlin, Schweinsteiger e Depay. Lo schema di gioco sembra finalmente chiaro, e sarà il 4-2-3-1 con Schneiderlin e Schweinsteiger sulla mediana. Il francese negli ultimi due anni al Southampton ha dimostrato di essere un grande centrocampista di rottura, portando a termine oltre 200 tackle. Sulla qualità del gioco di Schweinsteiger in fase di impostazione ci sono pochi dubbi, soprattutto in una squadra che gli viene costruita intorno: il tedesco fa i passaggi, tutti gli altri corrono. Le incursioni di Darmian, la velocità di Depay e i movimenti di Rooney avranno più senso con Schweinsteiger in campo.

Resta da capire se può essere considerata da “titolo” la coppia centrale formata da Smalling e Rojo o Blind (l’olandese l’anno scorso ha giocato dappertutto tranne che in porta). Una prima risposta la darà l’avversario di questa partita, Harry Kane, uno dei migliori attaccanti della scorsa Premier League. Il girone di ritorno di Kane non è stato all’altezza di quello dell’andata – e anche con l’Under 21 negli Europei Kane non ha brillato – e ormai è svanito l’effetto sorpresa: i difensori avversari lo temono ed è sempre molto ben marcato. Nonostante stiano emergendo i primi dubbi sul suo conto, Kane resta un calciatore di grande talento e prospettiva, è un attaccante moderno bravo nei colpi di testa, bravo a tirare e generoso nella corsa e nel pressing. Contro Smalling e Blind potrebbe tornare a fare gol. Il Tottenham – a parte l’arrivo di Alderweireld e Wimmer in difesa – ha cambiato poco rispetto alla scorsa stagione e quantomeno avrà il vantaggio di uno schema collaudato rispetto a quello degli avversari.

Il Manchester United in casa propone il meglio di sé: alla prima giornata, con così tanti nuovi acquisti, non vorrà fallire. Il Tottenham potrebbe soffrire sulle fasce: Rose e Walker probabilmente dovranno fare i conti non solo con Young e Mata ma anche con gli inserimenti di Shaw e soprattutto Darmian. Chadli e Lamela in fase di non possesso palla sono pigri a rientrare, e le sovrapposizioni sulle fasce di Shaw e Darmian potrebbero essere molto pericolose.

Il Tottenham ha abbastanza qualità in attacco per fare un gol alla non insuperabile difesa del Manchester United, ma la scelta di schierare due mediani davanti la difesa come Bentaleb e Dier potrebbe spezzare in due la squadra e quindi è il segno “1” il pronostico principale (a quota 1.62 su William Hill).

La quota migliore per il “gol” (entrambe le squadre segnano) è 1.91 sempre su William Hill.

Su # – che #risultato esatto, primo marcatore e parziale primo tempo/finale se nel match di riferimento ci saranno più di 3 gol – c’è un ottimo palinsesto sui marcatori. In questa partita si può puntare su Depay, che ha fatto 34 gol nelle ultime due stagioni di Eredivisie e che sarà il punto di riferimento degli attacchi del Manchester United nello schema 4-2-3-1. Nel Tottenham, invece, a quota 2.95 vale la pena fare il tentativo con Kane.

Formazioni ufficiali
MANCHESTER UNITED: Romero, Darmian, Smalling, Blind, Shaw, Carrick, Depay, Schneiderlin, Mata, Rooney, Young.
TOTTENHAM: Vorm, Walker, Alderweireld, Vertonghen, Davies, Bentaleb, Dier, Chadli, Eriksen, Dembele, Kane.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.62, William Hill)
GOL (1.91, William Hill)
DEPAY MARCATORE (2.00, #)
KANE MARCATORE (2.95, #)

BOURNEMOUTH – ASTON VILLA | sabato ore 16:00

L’anno scorso l’Aston Villa è riuscito per un soffio a evitare la retrocessione in Championship, e parte del merito è da attribuire all’allenatore Sherwood che ha preso il posto di Paul Lambert. Sherwood avrà parecchio lavoro in questa nuova stagione in cui dovrà fare a meno dei calciatori migliori dell’anno scorso e cioè Delph a centrocampo e Benteke in attacco. Gli acquisti non sono mancati, su tutti quelli di Jordan Ayew e Amavi, ma la squadra avrà bisogno di tempo per trovare i giusti equilibri tattici alla luce dei tanti cambiamenti: in questa prima partita della stagione il neopromosso Bournemouth è favorito per la vittoria.

Il Bournemouth non ha uno squadrone ed è destinato a lottare per non retrocedere, ma di solito le squadre di Championship che fanno pochi cambi ottengono ottimi risultati a inizio stagione, per poi crollare nel girone di ritorno (vedi il Burnley l’anno scorso). L’Aston Villa nello scorso campionato ha perso ben nove delle ultime undici partite giocate in trasferta.

La vittoria del Bournemouth è a quota 2.00 su Bwin, che al momento propone 25 euro di bonus agli utenti non ancora registrati con loro.

Probabili formazioni
BOURNEMOUTH: Boruc, Mings, Cook, Elphick, Francis, Pugh, Surman, Gosling, Ritchie, Wilson, Gradel.
ASTON VILLA: Guzan, Amavi, Clark, Richards, Hutton, Gueye, Westwood, Bacuna, Sinclair, Kozák, Ayew.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (2.00, Bwin)
UNDER 2.5 (1.73, SNAI)
EVERTON – WATFORD | sabato ore 16:00

Gli infortuni e il doppio impegno in Europa League sono costati all’Everton un pessimo undicesimo posto nello scorso campionato, un risultato sicuramente migliorabile. Questo mercato è stato più “tranquillo” per la squadra allenata da Martinez, che ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno aggiungendo due calciatori con cui l’allenatore ha lavorato bene in passato e cioè Gerard Deulofeu e Cleverley. Le conferme di Stones e Lukaku equivalgono poi a due grandi acquisti. L’unico problema attuale per l’Everton sono gli infortuni: ci sono parecchi calciatori in precarie condizioni fisiche, ma la formazione titolare per la prima giornata dovrebbe essere di buon livello e soprattutto collaudata.

Lo stesso non si può dire del Watford della famiglia Pozzo. In estate è cambiato l’allenatore con la scelta di Quique Flores e l’arrivo di parecchi nuovi calciatori: Britos (a Napoli gioiscono ancora, per la sua cessione), Berghuis, Jurado, Nyom, Behrami, Prödl, Layún, Holebas e Capoue. Ci sono calciatori di buon livello, altri meno: il problema sarà farli “funzionare” al massimo in poco tempo. Già lo spagnolo Quique Flores potrebbe avere problemi di adattamento al calcio inglese, e poi c’è da far trovare la giusta intesa a tutti questi nuovi calciatori.

L’Everton potrebbe approfittarne: il segno “1” è a quota 1.72 su Bwin. Lukaku non è al top della condizione fisica, ma se sarà in campo sarà il principale indiziato per fare gol: marcatore a quota 2.10 su #.

Probabili formazioni
EVERTON: Howard, Baines, Jagielka, Stones, Coleman, Barry, McCarthy, Barkley, Cleverley, Naismith, Lukaku.
WATFORD: Gomes, Anya, Prödl, Cathcart, Nyom, Behrami, Jurado, Capoue, Layún, Ighalo, Deeney.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.72, Bwin)
LUKAKU MARCATORE (2.10, #)
CHELSEA – SWANSEA | sabato ore 18:30

Il Chelsea non ha convinto nelle ultime amichevoli e ha perso la finale della Community Shield contro l’Arsenal. C’è il rischio di una falsa partenza contro lo Swansea? Cioè contro una bella squadra da metà classifica, che ha tenuto Sigurdsson e Gomis rinforzandosi con gli arrivi di Tabanou e Ayew? Probabilmente no. Quando le partite diventano ufficiali, il Chelsea si trasforma, e Mourinho nella sua carriera in Premier League ha sempre vinto la prima partita di campionato (e a Stamford Bridge ha un rendimento da record). Il Chelsea è imbattuto in casa nelle ultime 20 partite e l’anno scorso allo Swansea ha segnato 9 gol tra andata e ritorno.

Mourinho ha cambiato poco nel corso dell’estate, e del resto c’era poco da cambiare. Sono stati acquistati Begovic e Falcao in sostituzione di Cech e Drogba, ma nessuno dei due sarà titolare. Il segreto del Chelsea è la solidità difensiva, tipica delle squadre di Mourinho. Cahill e Terry formano una coppia centrale collaudata; sui calci piazzati si corrono pochi rischi grazie all’abilità nel gioco aereo di tutti i difensori; e poi c’è Matic che davanti alla difesa garantisce grande copertura. In attacco il Chelsea dipende molto dalle giocate di Hazard, il migliore calciatore della scorsa Premier League per dribbling riusciti, in attesa che Oscar e Willian migliorino il loro rendimento e Cuadrado ritorni ai livelli della Fiorentina.

La vittoria del Chelsea è a quota 1.36 su #.

Probabili formazioni
CHELSEA: Courtois, Azpilicueta, Terry, Cahill, Ivanovic, Matic, Fàbregas, Hazard, Oscar, Willian, Remy.
SWANSEA: Fabianski, Tabanou, Williams, Fernández, Naughton, Cork, Sung-yueng, Ayew, Sigurdsson, Dyer, Gomis.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.36, #)