Gratta e vinci, detto fatto: aveva ragione lui

Gratta e vinci, c’era qualcosa in quell’uomo e lui, a quanto pare, se n’è accorto sin dal principio: una profezia in piena regola.

Lo conosceva bene, oramai. Sapeva perfettamente, ogni volta, quale sarebbe stata la sua prossima mossa. D’altra parte, seguiva sempre lo stesso schema. Entrava, comprava dei Gratta e vinci, salutava, usciva, saliva a bordo del suo mezzo e iniziava a grattare i biglietti che aveva appena acquistato.

Gratta e vinci, detto fatto: aveva ragione lui
Pixabay

Anche quel giorno, quello in cui la sua vita è cambiata, ha fatto così. Adesso non lo farà più, magari, ma tant’è: per mesi ha ripetuto quella stessa sequenza, mosso probabilmente dalla voglia di centrare il montepremi e di dire addio una volta per tutte ai suoi problemi. L’uomo in questione ha preferito rimanere anonimo, per cui non possiamo raccontarvi molto sul suo conto. Sappiamo solo che abita nell’Illinois, a Mount Prospect, e che più volte a settimana si recava presso lo stesso minimarket per fare rifornimento di grattini.

Un tizio gentile, che non dava troppo nell’occhio. Ma che aveva incuriosito, nonostante questo, il proprietario dell’attività. Al punto che lo stesso ha raccontato, nei giorni scorsi, di averlo sempre saputo, che quell’uomo prima o poi avrebbe vinto qualcosa. “Vincerà sicuramente, un giorno”, avrebbe detto alla moglie qualche tempo fa. Una frase che, adesso, ci pare quasi profetica.

Gratta e vinci, profezia a presa diretta

Ma torniamo a quel giorno. L’uomo, come al solito, è entrato al minimarket, ha pagato una manciata di biglietti ed è tornato sul suo camion per grattarli ad uno ad uno e scoprire se la dea bendata, in quell’occasione, gli avesse riservato qualcosa di speciale.

Gratta e vinci, detto fatto: aveva ragione lui
Pixabay

E quella volta sì, lo aveva fatto. “Dopo aver grattato il biglietto nel mio camion – ha raccontato ai funzionari della Lotteria, i soli a sapere chi sia il fortunello in questione – sono tornato di corsa nel negozio e ho abbracciato forte il proprietario. Ha scansionato il biglietto e avreste dovuto vedere l’espressione scioccata sulla sua faccia“. Possiamo immaginarla, quell’espressione. Non capita tutti i giorni, d’altra parte, di stringere tra le mani un biglietto contenente un premio pari a 3 milioni di dollari.

Tornato a casa, il Gastone di Mount Prospect ha lasciato il biglietto in bella mostra sul tavolo della cucina. Voleva fare una sorpresa alla moglie ma alla donna, per poco, non è preso un coccolone. Non riusciva a credere che fosse vero. Lo era, invece. E adesso, come avevano sempre sognato, potranno godersi una pensione coi fiocchi e dedicare tutto il tempo che vorranno ai loro nipotini.

Gestione cookie