Gratta e Vinci, compleanno rovinato: non farlo mai prima di grattare

Gratta e Vinci, un compleanno rovinato: non esultare mai prima di grattare perché le brutte sorprese sono dietro l’angolo

Poteva essere una festa doppia. E invece si è dovuto accontentare solamente di essere riuscito, almeno, a pagarsi il regalo. Non benissimo, diciamo, perché quello che è successo avrebbe potuto regalare sicuramente una somma diversa da quella portata a casa.

Gratta e Vinci, compleanno rovinato: non farlo mai prima di grattare
Una vincita povera per un moltiplicatore del genere (AnsaFoto) – Ilveggente.it

La storia che racconta Agimeg.it riguarda un uomo di Roma che si è recato al White Cafè di via Nomentana per prendere la torta di compleanno per la moglie. E, con il resto, ha deciso di comprare un Gratta e Vinci della Serie 20X, che ha un valore commerciale di cinque euro. Insomma, una giocata semplice sperando nel colpo grosso. E ci ha sperato davvero l’uomo, un 60enne, quando ha visto che in quel tagliando è appunto uscito il moltiplicatore massimo.

Gratta e Vinci, il moltiplicatore non aiuta

Il cliente del White Cafè, grattando il tagliando appena acquistato, ha visto apparire nell’area “i tuoi numeri” l’ambito “20X“, cioè, come detto, proprio nome del Gratta e Vinci in questione. Facile ovviamente immaginare in quegli attimi cosa gli sia passato per la testa, visto che il premio massimo di questo biglietto è di 500mila euro. Magari sperava anche di trovare quella cifra e fare un regalo assai importante alla moglie. Così, ovviamente per lui, e purtroppo anche, non è stato.

Gratta e Vinci, niente Turista per sempre ma vacanze pagate: basta un numero
(Ilveggente.it)

Sì, sotto il moltiplicatore è apparsa la cifra di 5euro, la minima a disposizione, nemmeno 100euro, che avrebbero regalato duemila. Niente, il signore in questione è tornato a casa con soli 100euro di vincita. Cosa che sicuramente avrà fatto un poco di piacere visto che la torta, come detto, almeno se l’è pagata quasi sicuro, ma quel sogno si è infranto in pochissimo tempo. Un peccato, visto che in questo mese di luglio, così come successo nello scorso mese, quello di giugno, sono state tante le vincite che vi abbiamo raccontato. Questa poteva essere sicuramente un’altra di queste. Ma niente, è andata in maniera opposta.