Napoli-Juventus, Capuano: “Allegri è su un carro armato in questo momento”

Venerdì 13 gennaio si giocherà Napoli-Juventus. Da una parte la squadra spumeggiante di Spalletti, tornata a vincere dopo aver perso contro l’Inter. Dall’altra la Juve, che continua la risalita in classifica grazie a un’ottima fase difensiva e un cinismo che piace ad Allegri.

Giovanni Capuano, giornalista di RadioSole24, è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY per parlare della sfida che dirà molto sulle velleità Scudetto del Napoli e sul possibile ritorno della Juventus come rivale principale per il titolo.

Verso Napoli-Juventus - www.ilveggente.it
Allegri ©️LaPresse

Capuano ha rivelato che a suo giudizio, da un punto di vista qualitativo, il Napoli è superiore in tutti i reparti alla Juventus. “Non credo che la Juventus abbia una grande rosa, altrimenti non giocherebbe con Miretti, Soulè, Iling jr, Fagioli e tanti altri“, ha esordito il giornalista. “La grande rosa è magari sulla carta“. Per Capuano la vera arma segreta della Juve è l’allenatore.

Allegri ha tanti difetti, ma bisogna dargli atto che ha avuto tanti infortuni. Poi sul calcio di Allegri non è calcio da anni ’70, ragiona per essere il più possibile pragmatico. Ha puntato piuttosto al non prendere goal, ma per riuscirci devi essere organizzato e fare delle cose che questa Juventus ha imparato a fare bene“, ha spiegato il giornalista ai microfoni di calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY. Ovviamente Capuano ha sottolineato che sarà difficile per Allegri continuare a giocare in questo modo con Chiesa (che è finalmente recuperato), Di Maria, Pogba e Vlahovic. “Tutti i campioni non so se avranno lo spirito di sacrificio giusto per farlo”, ha chiosato Capuano.

Per quanto riguarda la gara di venerdì Napoli-Juventus, il giornalista ha affermato che il Napoli avrà un solo risultato su tre, mentre per la Juventus potrà accontentarsi anche di un pareggio. “Se il Napoli dovesse pareggiare avrebbe un vantaggio ancora enorme, ma se dovesse uscire con un punto su sei negli scontri diretti vorrebbe dire che quell’enorme vantaggio tecnico che c’era sulle altre grandi non c’è più, con davanti un intero girone”.

Napoli-Juventus: Allegri sta meglio di Spalletti

Forse per Capuano Allegri arriva quindi un po’ meglio alla sfida rispetto a Spalletti. “Allegri forse paradossalmente sta meglio oggi che a novembre. C’erano state le sconfitte con Monza e Maccabi, era un uomo che si diceva potesse non sopravvivere sulla panchina della Juventus, era criticato dai tifosi, ma con la consapevolezza che non c’è una reale alternativa e che John Elkann lo ha messo come certezza in mezzo a questa tormenta. E invece ora Allegri vive su un carro armato”.

Si avvicina Napoli-Juventus - www.ilveggente.it
Spalletti ©️LaPresse

Per il giornalista se Spalletti dovesse perdere sarebbe molto grave a livello psicologico, pur conservando un buon vantaggio in classifica. Perdere due scontri diretti minerebbe le certezze della squadra. “Contro l’Inter l’ha persa non esprimendo un buon calcio, e se dovesse ripetere la prestazione anche con la Juventus è chiaro che qualche domanda sorgerebbe. Il pareggio a livello di testa farebbe meglio ad Allegri che a Spalletti, perché per la Juventus arriverebbe in uno scontro diretto dopo otto vittorie di fila“.

Diversa la situazione per Spalletti, quindi: “Il Napoli invece arriverebbe dopo la sconfitta con l’Inter“. La fase potrebbe rivelarsi delicata.