Whatsapp va cancellato, privacy a rischio: la risposta a Telegram

Whatsapp: duro attacco all’app di messaggistica da un diretto concorrente. Il proprietario di Telegram lancia la bomba: la vostra privacy è a rischio. Whatsapp risponde cosi. 

Da quando gli smartphone sono nati, una funzione ha sempre avuto più successo di altre: quella delle app di messaggistica istantanea. Mai come in quest’epoca, le possibilità di restare sempre in contatto con le persone si sono moltiplicate. Basta una semplice connessione dati e un’app, per scrivere messaggi a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza interruzioni.

Whatsapp
Whatsapp vs Telegram

App gratuite: a che prezzo?

Nuovi modi di comunicare, caratterizzati dall’immediatezza della simultaneità, che costringono gli utenti ad essere presenti sempre, o quasi. L’utilizzo di app come Whatsapp permette a milioni di utenti in tutto il mondo di inviarsi messaggi in maniera completamente gratuita.

Ma come fanno queste app a restare gratis per sempre? Qualcuno ricorderà sicuramente che per un periodo (seppure molto breve) i servizi di Whatsapp prevedevano un pagamento annuale. Poi è diventato gratis. Da allora, tutti l’hanno scaricato e utilizzato ad oltranza.

Qual è il prezzo che pagano gli utenti per usufruire di un’app gratuita? Apparentemente nessuno, certo. Ma la realtà, è ben diversa. Ad aprire gli occhi agli utenti ignari ci ha pensato Pavel Durov, proprietario di un’app di messaggistica concorrente, cioè Telegram.

Sicurezza a rischio

Durov ha criticato in maniera molto aspra l’app di proprietà della società Meta, definendola assolutamente priva di ogni tipo di sicurezza riguardo i dati degli utenti. Quello di di Durov potrebbe sembrare un attacco strumentale per promuovere la sua stessa app a discapito della concorrenza, e forse è cosi. Sta di fatto che, proprio recentemente, grazie ad un aggiornamento, Whatsapp è corsa ai ripari ed ha fixato una grandissima falla nella sicurezza del sistema. A sentire Pavel Durov, però, non possiamo ancora considerarci al sicuro.

Whatsapp non è sicuro: l’attacco di Durov

Ogni anno veniamo a conoscenza di alcuni problemi su WhatsApp che mettono a rischio tutto ciò che è presente sugli smartphone degli utenti. Non importa se sei la persona più ricca della Terra: se hai WhatsApp installato sul tuo telefono, qualunque informazione diventa accessibile”- ha detto Durov.

A quanto pare, agli hacker basta creare un semplice messaggio di phishing, per entrare in possesso di tutti i dati degli utenti. Il miglior consiglio da seguire è sicuramente quello di ignorare messaggi e mail da fonti sconosciute.

Whatsapp
Whatsapp: problemi di sicurezza

Whatsapp dal canto suo preferisce il silenzio, e risponde alle accuse lanciando una nuova funzione (per ora ancora in beta test). Sarà presto possibile creare gruppi con un numero sempre maggiore di utenti, fino a 1000.

Sarà questo il modo giusto di abbattere la concorrenza?