Gratta e vinci, doppia vincita sospetta: mai comprare in società

Gratta e vinci, quest’uomo ha imparato una lezione importantissima. Ma i guai, per lui, non sono ancora finiti.

Ben vengano le “società”, ma non quando si tratta di tentare la fortuna. In quel caso è molto meglio giocare da soli, come ci insegna la storia di un muratore mantovano che è stato protagonista, suo malgrado, non di una, bensì di ben due vicende che hanno dell’incredibile.

Gratta e vinci

Ma procediamo con ordine. L’uomo, di origine brasiliane, ha vinto nello scorso mese di febbraio la golosissima cifra di 1 milione di euro. E fin qui non ci sarebbe nulla di strano, se non fosse che venti giorni dopo è accaduto qualcosa di ancor più eclatante. Qualcosa a cui stenterete a credere.

Il fortunatissimo muratore ha vinto, udite udite, altri 2 milioni di euro. Buon per lui, verrebbe da dire, ma il problema è che la Guardia di finanza non è stata di questo avviso. La doppia vincita ha insospettito le autorità, che hanno così voluto fare luce sul colpaccio del secolo.

Gratta e vinci, la doppia vincita finisce sotto la lente

Gratta e vinci
Twitter

Ma le grane non sono finite qui, per l’uomo di Mantova che è stato così fortunato da acquistare i Gratta e vinci giusti, quelli più fruttuosi. La seconda vincita gli ha causato un problema bello grosso la cui risoluzione dovrà passare, ora, direttamente dal tribunale.

Due suoi colleghi affermano che il tagliando vincente sia stato acquistato in comune e che i 2 milioni di euro, quindi, dovrebbero essere divisi in parti uguali. Versione non confermata però dal muratore, forte anche del fatto che non esista alcuna prova che testimoni questo accordo.

Fatto sta che la somma relativa alla seconda vincita è ancora congelata. Sarà sbloccata, ma non è detto, solo nel momento in cui la causa sarà archiviata e le indagini sul suo conto ultimate. Per il momento, quindi, dovrà accontentarsi “solo” degli 800mila euro derivanti dal primo bacio della dea bendata.