Gratta e vinci coi soldi degli altri: così imbucava le Poste

Gratta e vinci, ad Agrigento è accaduto qualcosa di incredibile: il furto per acquistare una valanga di tagliandi.

I Gratta e vinci gli piacevano tanto. Forse anche un po’ troppo. Perché parlare di ludopatia, nel suo caso, è in effetti assai riduttivo. Ha rubato un totale di 368mila euro e ha reinvistito l’intera cifra, nel tempo, nell’acquisto dei magici tagliandi di cui tanto amava grattar via la patina argentata.

Gratta e vinci

I fatti risalgono al 2020 e l’uomo in questione non era esattamente uno sprovveduto qualunque. Vi starete chiedendo dove abbia rubato una somma del genere ed è proprio la risposta che stiamo per fornirvi che più vi sorprenderà, di questa vicenda dai contorni ancora oscuri.

Salvatore Cardinale, questo il suo nome, dirigeva l’ufficio centrale delle Poste di Agrigento. Il gioco era diventato per lui una vera e propria malattia ed è per questo motivo che pensò bene di fare quello per cui è poi stato condannato. Quel gesto che, purtroppo, ha irrimediabilmente rovinato la sua vita.

Gratta e vinci, il caso è ancora aperto

Gratta e vinci
Twitter

L’uomo, giorno dopo giorno, con pazienza certosina, ha iniziato a sottrarre il denaro che gli serviva per acquistare i Gratta e vinci dai libretti di risparmio dei clienti dell’ufficio postale. Quando è stato scoperto, naturalmente, è esploso un vero e proprio caso che è andato a finire, come facilmente intuibile, in tribunale.

La condanna inflitta all’uomo ammonta a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Più un risarcimento del valore di 400mila euro da corrispondere a Poste Italiane. Cardinale è stato licenziato, ma la causa non si è ancora conclusa. Una nuova perizia psichiatrica, infatti, è stata richiesta dai suoi due difensori.

La prima aveva accertato la ludopatia dell’uomo ma confermato che fosse comunque capace di intendere e di valore. I suoi avvocati, invece, sarebbero ora in possesso di altri documenti che comproverebbero la gravità della sua condizione di dipendenza dal gioco d’azzardo e, più nello specifico, dei Gratta e vinci.