Camila Giorgi mette la freccia: sorpasso leggendario

Camila Giorgi, la vittoria di ieri contro Emma Raducanu è stata provvidenziale: un bellissimo regalo per la tennista.

Si sono breakkate e controbreakkate. Si sono prese a pallate, “ingannate” ogni volta che hanno potuto. Ma, alla fine, a vincere la sfida è stata la regina del Canada, la campionessa in carica Camila Giorgi. Emma Raducanu è riuscita a tenerle testa solo nel primo parziale, salvo poi arrendersi al suo gioco “famelico” e in certi passaggi incontenibile.

Camila Giorgi
Instagram

La tennista marchigiana ha dovuto sudare, e tanto anche, già al primo turno. E non sarà una passeggiata neanche oggi, considerando che al di là della rete ci sarà un’avversaria altrettanto ostica: Elise Mertens, il cui ricordo è dolce e amaro al tempo stesso per la numero 2 d’Italia.

Camila la batté lo scorso anno al primo turno di Montreal, cancellando di colpo le due sconfitte che la belga le aveva inflitto in precedenza. Il finale di questa partita è tutto dunque da scrivere, ma di certo c’è che la Giorgi a questo appuntamento ci arriverà con una consapevolezza in più.

Camila Giorgi vince la sfida contro il passato

Camila Giorgi
Instagram

Che avesse tutte le carte in regola per battere la Raducanu ne eravamo consapevoli, ma non era poi così scontato che accadesse. Emma, al netto dei suoi risultati altalenanti e poco continui, è pur sempre una top ten. E mettere ko chi raggiunge l’Olimpo del tennis non è sempre così facile.

Ecco perché la vittoria di Toronto, la prima di tante altre si spera, le ha permesso di entrare nella storia. Questo trionfo ha fatto sì che superasse, nella classifica delle tenniste azzurre di tutti i tempi, nientepopodimeno che l’indimenticabile Roberta Vinci. Le statistiche della marchigiana ci dicono che, nel corso della sua carriera, ha accumulato 16 vittorie contro tenniste top ten, una in più, appunto, della campionessa di Taranto.

Dea incontrastata di questa classifica senza tempo resta Francesca Schiavone, che ne ha totalizzate 30, seguita a ruota da un’altra leggenda del tennis nostrano, ossia Flavia Pennetta. E chissà che questo traguardo non possa fungere da carburante in vista della gara di oggi.