Berrettini preso in castagna: la confessione sui social

Berrettini ha deciso di vuotare il sacco e di raccontarlo a tutti quanti: il video che ha stupito i suoi follower.

Lo scorso anno a Londra ci era arrivato in dolce compagnia. Con lui c’era la sua fidanzata, Ajla Tomljanovic, anche lei impegnata a Wimbledon. Ma tante cose sono cambiate in questi dodici mesi, prima fra tutte il suo status sentimentale: Matteo Berrettini adesso, o almeno così dice, è single.

Berrettini
©️LaPresse

Non è mai veramente da solo, però. Insieme al campione romano ci sono i membri del suo team, insieme ai quali ha affittato una grande casa nel villaggio vicino all’All England Club per evitare di sparpagliarsi per la città. E con lui, naturalmente, ci sono sempre anche loro: quelle cose che porta con sé ogni volta che parte.

Berrettini, come ogni tennista che si rispetti, è un po’ scaramantico. Non ai livelli di Rafael Nadal, ma lo è abbastanza. E infatti, come ci rivela un reel pubblicato dal suo sponsor Red Bull, lo zaino che porta in viaggio da una parte all’altra del mondo è pieno zeppo di oggetti che a suo dire porterebbero fortuna.

Berrettini, uno zaino pieno di scaramanzia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Red Bull Italia (@redbullitalia)

Uno dei suoi “mai più senza” è indubbiamente la collana con la rosa dei venti, ormai famosissima, regalatagli da mamma Claudia. Matteo ce l’ha sempre con sé e la indossa in ogni momento, fatta eccezione per quando gioca: essendo la catenina piuttosto lunga, potrebbe dargli fastidio.

Ma c’è un oggetto, tra i tanti che ha esibito davanti alla telecamera, che ha attirato l’attenzione dei suoi sostenitori. Una castagna. Già, pare che Berrettini ne tenga perennemente una nel suo zaino, convinto com’è che abbia un “potere speciale” e che sia di buon auspicio.

“Una castagna – spiega nel reel di Red Bull, mostrandola all’obiettivo – È una tradizione della famiglia, di mio padre soprattutto, che dice di tenerne sempre una nella borsa perché porta fortuna. Quindi ogni anno ce ne metto una diversa”. E speriamo solo che quella che ha scelto per questa stagione, e che porterà con sé a Wimbledon, possa essere ancor più potente di quella dello scorso anno.