Camila Giorgi, solite polemiche: il sorriso dietro la sconfitta

Camila Giorgi, la missione per i quarti di finale del Roland Garros è fallita, ma c’è comunque un motivo per sorridere.

Il fatto di rimanere fermo per oltre due mesi è costato caro a Matteo Berrettini. Il romano ha perso punti e posizioni a causa del problema alla mano che gli ha chiesto il conto nel bel mezzo dello swing americano, facendolo scivolare dalla sesta alla decima posizione.

Camila Giorgi
Instagram

Ha pagato dunque a carissimo prezzo il suo infortunio, ma ora è finalmente pronto per tornare in campo e per recuperare terreno in ottica ranking e soprattutto in vista della Race. Per come stanno le cose adesso non potrebbe, infatti, partecipare alle attesissime Finals di Torino.

È andata decisamente meglio alla numero uno d’Italia, Camila Giorgi. Lei a differenza di Berrettini si è fermata solo in vista di alcuni tornei troppo impegnativi, ma era comunque reduce, alla vigilia del Roland Garros, da un filotto di sconfitte al primo turno che avevano veramente buttato giù alcuni tifosi sempre pronti a criticarla al primo passo falso.

Un nuovo best ranking per Camila Giorgi

Camila Giorgi
Instagram

Fortunatamente quelle brutte prestazioni non si sono ripercosse negativamente sulla sua situazione in classifica. Anzi, per via di alcune strane congiunzioni la bella Camila non solo non è mai scivolata in basso, ma ha addirittura scalato il ranking. E oggi nonostante la netta sconfitta agli ottavi di finale del Roland Garros contro la Kasatkina possiamo dire che non è mai stata più in alto di così.

C’è stato un tempo in cui si era stabilita in 26esima posizione, ma stavolta ha addirittura superato il suo best ranking. Oggi la Giorgia è 25esima ed è davvero ad un passo dal realizzare l’obiettivo che non ha mai raggiunto prima d’ora: sfondare il muro della top 20 e salire sempre più su, dove il pubblico ha sempre pensato che meritasse di stare.

Non tutti i tifosi però si accontentano: in molti subito dopo la sconfitta odierna sui social hanno scritto che è stata l’ennesima occasione persa. Il talento e i colpi ci sono, manca la giusta concentrazione: stara alla Giorgi rispondere colpo su colpo alle critiche a partire dai prossimi appuntamenti. Per non rischiare di essere superata da un’altra italiana.

Vale infatti la pena sottolineare che anche Martina Trevisan ha portato a casa un risultato niente male. La tennista originaria di Firenze, in questa fase particolarmente brillante della sua carriera, è da stamattina la 31esima miglior giocatrice al mondo. Mica male, per un’atleta che a 16 anni credeva di aver definitivamente detto addio al tennis.