Superenalotto, jackpot da 209 milioni: quei 14 euro e la verità sui sistemoni

Superenalotto, il jackpot da 209 milioni di euro vicino alla storia. E poi la c’è anche la verità sui sistemoni. Ecco le scommesse vincenti

Record ad un passo. Sì, il Superenalotto si appresta a festeggiare la nuova vincita massima messa a disposizione, ovviamente se nessuno nella serata di oggi, martedì 24 maggio, non riuscisse a centrare il 6, quello da 209 milioni di euro. Il 13 agosto del 2019, a Lodi, un fortunato scommettitore portò a casa la bellezza di 209,1 milioni. Insomma, la cifra da capogiro, raggiungibile, potrebbe essere superata. Vedremo.

Superenalotto
©️Ansafoto

In ogni caso un poco di statistiche, che possono sembrare anche singolari: sono tre le regioni che in questo lungo periodo di Superenalotto non hanno mai centrato il colpo grosso: Valle d’Aosta, Trentino e Molise. Mentre è la Campania quella che per ben 18 volte è riuscita a festeggiare la vincita massima. A ruota il Lazio con 16 e l’Emilia Romagna con 23 sorrisoni, di quelli con tanti denti, e di quelli che ti cambiano la vita.

Superenalotto, la verità sui sistemoni

Estrazione Lotto Superenalotto

Ognun di noi ha spesso, o quasi sempre pensato, che queste vincite così importanti potessero comunque arrivare attraverso dei sistemoni, magari di migliaia di euro, che alzerebbero anche se di poco la percentuale di una possibilità vincita. Il mito, secondo i dati, è però sfatato. Tutt’altro che così.

Il costo medio infatti di ogni singola giocata è pari a 3,30euro. E gli ultimi cinque jackpot presi nel corso di questi anni, sono stati vinti, giocando in totale, solamente 14euro. In poche parole e senza nemmeno girarci intorno serve solo ed esclusivamente tanta fortuna per riuscire a centrare il 6, quello che realmente cambierebbe la vita di ogni scommettitore e appassionato del gioco. Per il resto non serve altro. Né sistemoni. Ah, forse i sogni, sì quelli potrebbero aiutare.