Cashback e Lotteria degli scontrini: soldi immediati, istruzioni per l’uso

Il Cashback torna in una veste tutta nuova e anche la Lotteria degli scontrini si appresta a fare lo stesso: ecco come cambierà.

Immediatezza. Sembra essere questa, ormai, la parola chiave nell’aula del Parlamento. Il governo ha già rivisitato la vecchia versione del Cashback e si appresta a rilanciarlo in una veste tutta nuova. Ma c’è un’altra sorpresa all’orizzonte, pronta a dare un po’ di respiro al popolo italiano.

Cashback
Pixabay

Anche la Lotteria degli scontrini sta per rifarsi il look. La sua formula resterà invariata, nel senso che per parteciparvi bisognerà pagare i propri acquisti nei negozi fisici con bancomat o carta di credito. A cambiare sono le tempistiche, e sarà proprio questo a renderla ancor più accattivante.

Il sottosegretario all’Economia, Federico Freni, ha infatti annunciato, come riferisce Agipro, che il Parlamento sta per approvare una norma rivoluzionaria. Una norma che riguarda proprio il concorso in questione e che fa seguito alle novità già annunciate sul fronte del Cashback.

Lotteria degli scontrini e Cashback: ora è tutto immediato

Cashback
Pixabay

Sostanzialmente, a differenza di quanto accade ora, l’eventuale vincita per chi partecipa alla Lotteria degli scontrini sarà istantanea. Non bisognerà più attendere il giorno dell’estrazione, ma si saprà seduta stante se quell’acquisto ci dà diritto a riscuotere un premio in denaro o meno.

Ed è molto più che una semplice ipotesi. “Si tratta – ha detto il sottosegretario all’Economia – di una norma già scritta, concordata, su cui non c’è alcun problema politico, che verrà inserita nel primo provvedimento legislativo utile che può essere il dl semplificazione. Si tratta di una misura essenziale”.

Arriverà in tempi molti brevi, per cui è meglio attrezzarsi il prima possibile e assicurarsi di aver seguito tutto l’iter necessario per concorrere alle nuove estrazioni istantanee della Lotteria degli scontrini. Vi si potrà partecipare solo nel caso in cui si sia già provveduto a registrare il proprio codice fiscale sul sito dell’Agenzia delle entrate e si sia già in possesso del codice lotteria da esibire, al momento dell’acquisto, all’esercente.