Superenalotto, non crederai mai qual è la sestina più giocata

Superenalotto, hai idea di quale sia la sestina più giocata di tuti i tempi? La risposta ti lascerà senza parole.

Era il 3 dicembre di 25 anni fa, quando un nuovo concorso sbarcò nelle ricevitorie italiane incuriosendo i giocatori del Bel Paese. Quel gioco mai visto si chiamava Superenalotto e oggi possiamo dire a gran voce, a 5 lustri di distanza da quel fatidico giorno, che è uno dei più amati di tutti i tempi.

Superenalotto

La prima vincita arrivò un mese e mezzo dopo il debutto: la dea bendata baciò in quell’occasione un uomo di Brescia, che grazie ad una sestina vincente riuscì a portarsi a casa la bellezza di 11,8 miliardi delle vecchie lire. Tanti altri, in questi due decenni e mezzo, hanno avuto la sua stessa fortuna.

E potrebbe succedere, chi lo sa, anche stasera. Il jackpot in palio in questa estrazione del Superenalotto è impressionante: se qualcuno dovesse cerchiare i 6 numeri che saranno poi estratti in serata, metterà le mani su un montepremi che è pari, udite udite, a 202,9 milioni di euro.

Superenalotto, sono questi i numeri più giocati di sempre

Superenalotto

Sei numeri. Tanti ne bastano, potenzialmente, per far sì che la propria vita cambi per sempre. C’è chi li sceglie a sentimento, seguendo l’istinto, ma c’è anche chi, invece, si affida alla razionalità e, al momento di compilare la schedina, segue un ragionamento ben preciso.

Non immaginerete mai, però, quale sia la sestina più giocata in assoluto. Al punto che se mai dovesse essere veramente estratta, sarebbero in migliaia, o anche di più, a doversi dividere il jackpot del Superenalotto.

La maggior parte dei giocatori, udite udite, tenta la fortuna di concorso in concorso puntando sulla combinazione di numeri 1, 2, 3, 4, 5 e 6. La più scontata, la più banale sicuramente, ma la fortuna è cieca e non è detto che questa incredibile sestina non venga pescata, prima o poi. Lo strano caso della lotteria bulgara ci fa sperare che succeda: nel 2009, in due concorsi consecutivi, uscirono due sestine identiche, a dimostrazione del fatto che quando si gioca e ci si affida alla dea bendata tutto può succedere. Basta che a volerlo sia lei.