Ajla Tomljanovic, il regalo di Camila Giorgi e quella prima volta

Ajla Tomljanovic pronta per il secondo turno degli Internazionali d’Italia: cosa la aspetta dopo la vittoria a tavolino contro Camila Giorgi.

Non sapremo mai come sarebbe andata a finire se Camila Giorgi non si fosse fatta male. Forse Ajla Tomljanovic l’avrebbe battuta lo stesso, avendo già vinto il primo set, o forse no. Entrambe avevano tanta voglia di rivincita sulla terra rossa del Foro Italico, perciò nessuna ipotesi può essere esclusa a priori.

Ajla Tomljanovic
Instagram

Ad ogni modo, quel che conta, è il risultato. Il fatto che l’italiana si sia ritirata per via di un sospetto stiramento alla coscia ha spalancato all’ex fidanzata di Matteo Berrettini le porte degli Internazionali d’Italia. La tennista nata a Zagabria, naturalizzata australiana, disputerà oggi i sedicesimi di finale.

Dopo il bel regalo di compleanno fattole da Camila Giorgi – ha spento 29 candeline sabato scorso, festeggiando a Roma – che le ha servito su un piatto d’argento la vittoria, non avrà vita facile. Dovrà affrontare e battere un osso veramente molto duro, se vuole proseguire la sua avventura nella terra del ragazzo per il quale batteva il suo cuore.

Ajla Tomljanovic ad un passo dalla sua rivincita

Ajla Tomljanovic
Instagram

Per Ajla, oggi, c’è nientepopodimeno che la settima miglior tennista al mondo, la tunisina Ons Jabeur. Sarà una sfida ostica, dal momento che l’avversaria che le è capitata in sorte al secondo turno ha un’esperienza notevole e tanta voglia di continuare a macinare punti per scalare sempre la top ten.

Ma se c’è una cosa che alla Tomljanovic non manca è la motivazione, ragion per cui sul campo 2 dell’impianto capitolino potrebbe potenzialmente succedere di tutto. Perfino che l’ex lady Berrettini metta per la prima volta la sua firma su un’impresa che avrebbe dell’incredibile.

La bella Ajla, cugina peraltro della fidanzata di Felix Auger-Aliassime, non è mai andata oltre il secondo turno degli Internazionali d’Italia. Se oggi in campo dovesse vincere, accederebbe perciò per la prima volta in assoluto agli ottavi di finale del Masters 1000 di Roma. E una rivincita più rivincita di questa proprio non riusciamo ad immaginarla.