Federica Masolin consola i tifosi Ferrari: cuori, striscioni e non solo

Federica Masolin, in una Imola vestita a festa per la Ferrari c’erano un sacco di striscioni dedicati alla bella giornalista di Sky Sport.

Non è certo una novità che Federica Masolin sia tra le giornaliste più apprezzate del panorama sportivo. Da quando c’è lei, non esiste più solo Diletta Leotta. La stella di Sky è sempre più popolare e il merito è tutto di una ricetta ben collaudata che, ormai lo sappiamo, è infallibile.

Federica Masolin
Instagram

La sua eleganza, unita alla sua preparazione e ad una passione fuori dal comune per i motori, ha convinto tutti. Ed è per questo motivo che la sua presenza ad Imola, in qualche modo, ha consolato gli italiani al termine di una giornata che non è andata esattamente come credevamo e speravamo.

La Ferrari non ha trionfato sul circuito romagnolo. Non si è guadagnata neanche un posto sul podio, addirittura. Charles Leclerc ha incassato la prima vera sconfitta della stagione e se n’è assunto tutta la responsabilità, ma questo non è bastato a guarire le “ferite” degli italiani.

Federica Masolin, la cura migliore che c’è

Federica Masolin
Instagram

E meno male, allora, che c’è Federica Masolin. Imola era vestita di rosso dalla testa ai piedi, ma tutti si saranno certamente accorti di quanti striscioni ci fossero, per strada, interamente dedicati alla giornalista che segue per Sky Sport ogni avventura della Formula 1.

La bella milanese, evidentemente inorgoglita dall’affetto e dal calore che le è stato riservato, ha postato i più divertenti su Instagram. Uno recitava “No vodka, no gin, ubriachi per la Masolin“, mentre su un altro campeggiava la frase “Senza il Giovi e Mazepin, siamo qui per la Masolin“.

Dalle rime ai tag il passo è stato breve. Molti altri follower hanno condiviso sui social scatti “rubati” della giornalista della pay tv a bordo pista, citandola sui propri profili per poi veder ricondivisi dalla loro beniamina i contenuti in questione. E il suo segreto, in fondo, è proprio questo: sarà pure una stella nazionale, ma Federica rimane sempre e comunque una di noi.