Djokovic agli Australian Open, l’indiscrezione della stampa serba fa sobbalzare i fan

Djokovic
©Getty Images

Djokovic, le ultime notizie dalla Serbia e dall’Australia non sono rassicuranti: ormai pare che sia ufficiale. 

Mancano esattamente due settimane al primo Slam della stagione. I preparativi fervono e la maggior parte dei top player si trova già in Australia, dove ieri ha preso il via l’Atp Cup che vede impegnati, tra gli altri, anche gli italiani Jannik Sinner e Matteo Berrettini. Il grande assente, al momento, resta lui.

Leggi anche: Ad Ajla Tomljanovic non interessa più: l’improvviso cambio di rotta

L’unico a mancare all’appello, a Sidney, è il serbo Novak Djokovic. Non si hanno ancora notizie certe circa la sua partecipazione agli Australian Open. La stampa locale aveva fatto sapere che gli organizzatori dello Slam stavano lavorando ad una regola ad hoc che permettesse anche ai non vaccinati di giocare.

A quanto pare, però, così non è stato. Secondo le ultime notizie, diffuse dai quotidiani sportivi serbi, la richiesta di esenzione medica avanzata da Nole sarebbe stata bocciata dalla commissione preposta a valutarla. Non c’è nulla di ufficiale, ma sono in molti a riportare questa indiscrezione e a ritenere, dunque, che allo Slam di Melbourne lui non ci sarà.

Djokovic, sfuma l’ipotesi dell’esenzione medica?

Djokovic
©Getty Images

Di fughe di notizie, a proposito di questo tema scottante, ce ne sono state tantissime, negli ultimi giorni. Non è dato sapere, pertanto, se questa indiscrezione corrisponda al vero o meno. Di certo c’è solo che Djokovic non è in Australia, che probabilmente non è vaccinato – e che non intende neanche farlo – e che il tempo a sua disposizione sta per scadere.

Nelle prossime ore dovremmo perciò saperne di più, almeno in teoria. La commissione stessa dovrà far sapere, nel caso fosse vero, per quale motivo la richiesta di esenzione medica presentata da Nole sia stata, eventualmente, rifiutata.

In Serbia, nel frattempo, papà Sdrjan è sempre più arrabbiato: “Mio figlio potrebbe non giocare – ha detto – se continuano con queste condizioni e con questi ricatti”. Nole, a differenza sua, è imperturbabile. Come sempre. Un solo dettaglio sembra stridere con tutto il resto. Il fatto, cioè, che lui non si trovi a Belgrado ma a Marbella, in Spagna, dove si è recato per allenarsi sul cemento. Che si tratti di un indizio?