Ferrari, Sainz meglio di Leclerc. E Schumacher è un disastro

Ferrari
©Getty Images

Ferrari, Haas, Alpine e così via: ecco quanto hanno dovuto sborsare le scuderie nel 2021 per rimediare ai danni causati dai piloti.

A fine anno, come d’uopo, viene stilata una classifica che nessun campione di Formula 1 vorrebbe mai e poi mai guidare. La “hit” in questione mette in fila, dati alla mano, quelli che sono stati i piloti più distruttivi della stagione appena terminata. Quelli, cioè, che hanno causato il maggior numero di danni alle proprie vetture.

Leggi anche: Djokovic taglia il traguardo: più veloce di Verstappen

Ed è davvero strano leggere un certo cognome in cima a questa classifica che di glorioso ha ben poco. A guidarla è nientepopodimento che il figlio d’arte per eccellenza, ossia Mick Schumacher, erede del più volte campione del mondo Michael. Siete curiosi di sapere con quali “meriti” abbia conquistato il primo posto?

Secondo una stima effettuata sulla base degli incidenti di cui è stato protagonista, come riferito dal Corriere dello Sport, il conto del suo carrozziere sarebbe salatissimo. Mick avrebbe causato danni per un totale di 4,2 milioni di euro alla scuderia Haas nel corso degli ultimi dodici mesi. Che non sono esattamente bruscolini.

Ferrari, il conto del carrozziere è da non credere

Ferrari
©Getty Images

Le spese extra che fanno seguito ad un incidente sono una vera e proprio mannaia per le scuderie. Basti dire che, dopo il big crash di Bottas ad Imola, la Mercedes dovette rinunciare a una sessione di test nel tentativo di risparmiare e di far rientrare le spese. Ogni volta che un’auto subisce un danno, insomma, è un gran bel guaio.