Caso Mendy, la denuncia social di Ferland ed Edouard è da non credere

Caso Mendy
Benjamin Mendy ©️LaPresse

Incredibile ma vero: Ferland ed Edouard chiamati in causa su social e media solo per avere lo stesso cognome di Benjamin Mendy

L’accusa che viene rivolta Benjamin Mendy da parte delle autorità è sicuramente delle più infamanti. Il calciatore del Manchester City viene è sotto inchiesta per dei presunti stupri e un caso di violenza sessuale. Sospeso dal club, è in detenzione preventiva, in attesa di un giudizio

Non sono pochi i Mendy che al momento vivono un esperienza importante sotto l’aspetto professionale in giro per l’Europa. Perché c’è un portiere Edouard che gioca nel Chelsea, e un difensore, Ferland, che è tesserato dal Real Madrid. Diciamo che i due non stanno sicuramente vivendo bene il momento. E la denuncia che hanno fatto scattare sui social è di quelle importanti.

LEGGI ANCHE: Diletta Leotta e il caffè di Koulibaly | L’effetto collaterale è tutto da ridere 

LEGGI ANCHE: Leicester-Chelsea, Premier League: probabili formazioni, pronostici

Caso Mendy, c’è la denuncia

E’ stato Ferland a spiegare, attraverso un Tweet, quello che sta accadendo. “È triste che nel 2021, sia in Francia che in Inghilterra, alcuni neri non abbiano nomi o volti diversi. Questi errori fotografici sembrano aneddotici ma sono altamente simbolici. Non è così difficile distinguere due facce, soprattutto quando indossano maglie diverse”, ha scritto il portiere del Chelsea. Il motivo è presto spiegato.

Quando le varie testate giornalistiche fanno un articolo sul Mendy che è accusato, come detto, di alcune forme infamanti di violenza, molto spesso si sbaglia la foto. Mettendo in primo piano il viso dei due calciatori che con questa brutta storia non centrano realmente nulla. Una disattenzione, è evidente. Ma anche un problema da risolvere al più presto. Perché a nessuno piace essere messo in mezzo in un discorso del genere. Basterebbe, senza dubbio, un po’ di concentrazione e un pizzico di attenzione in più. Per evitare errori che anche se fatti in buonafede, possono minare la sensibilità di molti.