WhatsApp segue le orme di Telegram: la novità che cambia tutto

WhatsApp
Instagram

WhatsApp, gli sviluppatori stanno lavorando ad un nuovo update che porterà grosse novità sul fronte dei gruppi: tutti i dettagli.

Anche stavolta, nell’ultima beta rilasciata per l’app Android, WABetaInfo ha scovato una novità che stravolgerà completamente il funzionamento di WhatsApp. Una feature che non era attesa, per la verità, ma che si rivelerà certamente utilissima nel momento in cui si provvederà ad introdurla.

Leggi anche: Cashback, il braccio di ferro continua: la proposta per salvarlo

Gli sviluppatori, a quanto pare, stanno lavorando per ricreare all’interno della nota app di messaggistica istantanea, seppur con qualche doverosa variazione, quello che Telegram propone già da un pezzo. Ci riferiamo ai canali, o macro-gruppi che dir si voglia, finalizzati a rendere le chat ancor più social.

L’obiettivo di WhatsApp è quello di introdurre delle vere e proprie community. Dei gruppi più estesi, con tanto di sottogruppi, all’interno dei quali gli amministratori potranno inviare messaggi e invitare nuovi utenti a partecipare. Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratti.

WhatsApp come Telegram: arrivano i canali

WhatsApp
©Getty Images

Per spiegare come funzioneranno queste community, ricorriamo ad un esempio. Poniamo che esista il gruppo di una determinato dipartimento universitario e che sia possibile dare vita, a sua volta, a dei sottoinsieme della community principale, ciascuno dei quali riconducibili alle facoltà che fanno parte del dipartimento.

Tra i dettagli già snocciolati da WABetaInfo c’è che i gruppi non saranno pubblici. Le conversazioni saranno bensì blindate e protette dalla solita crittografia end-to-end che tutela anche le chat classiche di WhatsApp.

Il progetto, ad ogni modo, è ancora in fase embrionale. La funzione sarà disponibile sia per iOS che per Android, ma non è dato sapere quando approderà sui nostri device. Ma ben venga l’attesa, se servirà a rendere le community impeccabili e facilmente fruibili dagli utenti che quotidianamente si servono dell’app di messaggistica istantanea.