Gratta e vinci da 500mila euro, la fuga in scooter dopo la scoperta: cosa è successo

Gratta e vinci
Pixabay

Gratta e vinci, il tagliando contiene il premio da 500mila euro, ma dopo la sorpresa c’è stata una fuga rocambolesca: cosa è successo a Napoli.

Non capita tutti i giorni, di comprare il Gratta e vinci giusto. Quello che può stravolgerci la vita e, perché no, migliorarla. Qualche ora fa, però, qualcuno ha avuto la fortuna di provare quest’ebbrezza. Di scoprire come ci si sente a grattare un tagliando vincente che racchiude, al suo interno, un bel po’ di grana.

Leggi anche: WhatsApp, se hai uno di questi smartphone devi correre ai ripari

A Napoli, un’anziana si era recata in tabaccheria per sfidare la sorte. Ha acquistato un Gratta e vinci e ha scoperto, dopo qualche secondo, che sotto quella patina argentata si nascondeva una sorpresa incredibile: 500mila euro.

Dopo lo shock iniziale, comprensibilissimo quando ci si rende conto di aver vinto una cifra del genere, l’anziana signora ha fatto dietrofront. Ha voluto essere certa che quel biglietto fosse vincente, prima di darsi alla pazza gioia e di annunciare al resto della famiglia cosa fosse accaduto.

Si lascia “ingolosire” dal Gratta e vinci da 500mila euro

Gratta e vinci
©Getty Images

È tornata, quindi, alla tabaccheria dove aveva acquistato il Gratta e vinci da 500mila euro, per avere conferma del premio cui ipotizzava di aver diritto. Peccato che al di là del bancone abbia trovato la persona sbagliata. Ha consegnato il tagliando al dipendente e, da quel momento in poi, le cose sono precipitate.

Una volta appurato che sì, quel Gratta e vinci conteneva un premio del valore di 500mila euro, il dipendente in questione sia scappato senza restituirlo all’anziana signora. Un istante dopo aver convalidato il biglietto tramite un dispositivo dedicato, è balzato in sella al suo scooter e si è dato alla fuga.

La donna si è immediatamente recata in caserma, per denunciare l’accaduto al tabaccaio. I carabinieri sono quindi sulle tracce dell’uomo e, nel frattempo, il tagliando vincente è stato bloccato per evitare, appunto, che ad intascarlo non sia chi non ne ha effettivamente diritto.