Berrettini, così la sua Ajla è cresciuta a pane e sport

Berrettini
(Instagram)

Berrettini, sapevi che nella famiglia della fidanzata Ajla Tomljanovic c’è un altro campione? Ecco chi è. 

Suo padre era un tipo sportivissimo. C’era da aspettarselo, quindi, che anche lei, la bella Ajla Tomljanovic sarebbe diventata un’atleta. Con una “piccola” differenza. Ratko senior giocava a pallamano ed era talmente bravo che vinse l’Europeo del 1992, mentre lei, dopo tanto girovagare, ha optato per il tennis.

Leggi anche: Hurkacz, chi è l’amico di Sinner che sfida Berrettini a Wimbledon

La fidanzata di Matteo Berrettini, che è reduce da un torneo di Wimbledon giocato ad altissimi livelli, ha iniziato a praticare sport quando aveva sei anni appena. Di successi ne ha raggiunti a bizzeffe ed è sempre riuscita ad eccellere. Il suo exploit risale però al 2014, quando gareggiò al Roland Garros.

In quell’occasione battè Francesca Schiavone, Agnieszka Radwańska ed Elena Vesnina, arrivando così agli ottavi. Sul prato londinese, quest’anno, ha fatto ancor meglio. Ha raggiunto i quarti di finale, battendosi come una vera guerriera a pochi metri di distanza dal suo fidanzato.

Lady Berrettini, un’infanzia all’insegna dello sport

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ajla Tomljanovic (@ajlatom)

Ha una grinta che non passa inosservata, Ajla Tomljanovic. Lo ha dimostrato tante volte, in passato, ma s’è distinta in modo particolare proprio in occasione di questo Wimbledon, che per lei si è appena concluso.

Non ama solo il tennis, lady Berrettini. A sentir lei avrebbe anche un’altra passione che definirla sfegatata sarebbe un eufemismo: quella per l’Italia. Sì, a quanto pare, la tennista croata, naturalizzata australiana, adora il Bel Paese. Nonché la sua cucina, da quando lui le ha fatto scoprire i piatti di punta della tradizione nostrana.

L’avrà conquistata così, probabilmente, il bel Matteo. Prendendola per la gola, considerando che ha più volte raccontato che non è stato semplice farsi strada nel cuore di lei. Poi, però, ad un certo punto, c’è riuscito. Merito della cacio e pepe, che è il piatto preferito di lei, o del fascino di un tennista che sta facendo sognare il pubblico italiano?