Calciomercato Milan, rottura e addio | Altra grana per Maldini

Calciomercato Milan
Paolo Maldini (getty)

Calciomercato Milan, in vista c’è un’altra grana per Paolo Maldini. Rottura e addio con il centrocampista, adirato dalla proposta di rinnovo

C’è aria pesante in casa Milan. Prima Donnarumma, che oggi ha svolto le visite mediche con il Psg e lascerà i rossoneri a zero, poi Calhanoglu, ormai virtualmente un calciatore dell’Inter e che domani dovrebbe anche lui sottoporsi ai test medici. Adesso un altro pilastro della formazione di Pioli sembrerebbe in procinto di lasciare. Una squadra che ha conquistato la Champions League ma che si ritrova quasi del tutto azzerata dalle partenze degli elementi più importanti.

Eppure sembrava che con la qualificazione alla massima competizione europea, qualcosa, sarebbe potuta cambiare. Ma così, fino al momento, non è stato. Perché solamente per Ibrahimovic è stata accettata la richiesta di Mino Raiola: 7 milioni per un altro anno di contratto. Che per un 40enne non sono pochi. Anzi tutt’altro. Ma la strategia di Maldini è chiara. Non cedere in nessuno modo alle richieste che vengono ritenute folli. Così è stato per il portiere, così è stato per il turco. Che passa ai cugini.

LEGGI ANCHE: Repubblica Ceca-Inghilterra, Euro 2020: pronostici, diretta tv, streaming

LEGGI ANCHE: Argentina-Paraguay, Copa America: pronostici, formazioni, streaming

Calciomercato Milan, rottura e addio con Kessie: le ultime

Milan
Franck Kessié (Getty Images)

Per non trovarsi probabilmente nella stessa situazione il prossimo anno, Maldini ha iniziato la trattativa per il rinnovo dell’ivoriano Franck Kessie. In scadenza nel 2022, “Il Presidente” com’è stato ribattezzato all’interno del gruppo rossonero, ha chiesto per rinnovare uno stipendio di 6 milioni di euro all’anno. Ma per il momento, secondo quanto riportato durante la diretta Tv di calciomercato.it da Fabrizio Biasin, si è lontani da un possibile accordo.

L’entourage del calciatore, secondo il giornalista, sarebbe infastidito dalla proposta di 4,5 milioni di euro avanzata dal Milan. Una situazione che potrebbe precipitare in breve tempo. Anche perché, i rossoneri, non possono sicuramente permettersi di perdere un alto calciatore a parametro zero dopo gli addii di Donnarumma e Calhanoglu. Adesso, però, la domanda sorge spontanea: è giusta la strategia che Maldini sta adottando in questo momento?