Whatsapp, attenzione al messaggio Amazon: nasconde una trappola

WhatsApp
(Getty Images)

WhatsApp, nuova truffa in atto. Ecco come devi comportarti se ricevi in chat un messaggio da parte di Amazon. 

Il colosso Amazon compirà 30 anni nel 2024. Peccato solo che gli hacker abbiano deciso di anticipare il suo anniversario e di sfruttare logo e reputazione del mitico e-commerce per ordire una nuova – e credibilissima – truffa. Che, ancora una volte, non corre via e-mail o sms, ma direttamente tramite WhatsApp.

Leggi anche: WhatsApp, l’aggiornamento che non ti aspetti: stop ai disservizi

Migliaia di utenti, nelle ultime ore, hanno ricevuto in chat un messaggio dal gigante di Seattle. Il testo è breve e contiene, manco a dirlo, un link sul quale teoricamente si è invitati a cliccare.

La notifica sullo schermo informa l’ignaro utente che, in occasione del 30esimo anniversario di Amazon, ci saranno regali per tutti. Nel momento in cui si clicca sul link presente all’interno del messaggio, si viene reindirizzati verso un sito il cui dominio è già di per sé poco credibile. Quanto meno agli occhi degli internauti più esperti.

Nuova truffa in atto su WhatsApp

WhatsApp
(Getty Images)

A questo punto, il sistema vi chiederà di inserire sesso ed età anagrafica, per poi svelarvi che siete stati sorteggiati per vincere un fantastico premio: uno smartphone Huawei, di ultimissima generazione, nuovo di zecca. A patto, ovviamente, che compiliate il sondaggio prima che il countdown che vi appare in sovraimpressione si esaurisca.

A questionario completato, dovrete cimentarvi in un gioco a premi. Nel quale, guarda caso, trionferete senza troppi problemi, assicurandovi la vincita dello smartphone. E infine, per riscattare il premio, non dovrete fare altro che condividere l’iniziativa su WhatsApp, spammando il link fornito dal sistema in 5 gruppi o in 20 chat private.

Non esiste alcun concorso di Amazon, ovviamente. Così come non c’è nessun dispositivo Huawei in serbo per voi. Perciò, se ricevete il messaggio di cui vi abbiamo parlato, non cliccate su quel link per nessuna ragione al mondo. Anzi, se possibile, segnalate l’accaduto alla Polizia postale, che provvederà a far luce su questo nuovo tentativo di phishing così come, nei giorni scorsi, ha fatto con le truffe dei finti concorsi Esselunga e Coop.