Black Friday 2019: come non farsi intortare

black friday 2019

Il Black Friday del 2019 è di fatto cominciato molto prima della giornata prevista per le offerte, che quest’anno è venerdì 29 novembre. Da settimane negozi online e siti di e-commerce usano espressioni come “anteprime del Black Friday” o “settimane del Black Friday” per descrivere una serie di sconti già applicati sulla merce in vendita. Vale per Amazon, Unieuro, Mediaworld, Trony e molte altre catene. Qualche buona offerta già si trova, e anzi vale la pena dare un’occhiata, ma in moltissimi altri casi non è così.

Alcuni prodotti inseriti nelle sezioni delle offerte del Black Friday sono venduti a prezzi non così convenienti come sembra. Spesso la percentuale di sconto segnalato fa riferimento a un prezzo di listino esageratamente alto, inattuale. In alcuni altri casi, pur essendo lo sconto concreto, basta poco ad accorgersi che il prezzo coincide con quello proposto da quel negozio in altre occasioni precedenti. Niente di eccezionale, insomma.

Comparare i prezzi

Anche in occasione del Black Friday, come in qualunque altro caso di acquisto online, è buona abitudine consultare uno dei tanti comparatori dei prezzi disponibili in rete. Siti come Idealo, Trovaprezzi o Pagomeno forniscono strumenti utili per verificare il costo di un determinato articolo tra i diversi negozi online.

Solitamente basta inserire il nome del prodotto desiderato nella casella di ricerca e verificare disponibilità e costi nei vari negozi. Una raccomandazione condivisibile è quella di prestare particolare attenzione ai siti riportati nella parte più alta della lista. A volte sono negozi poco recensiti o con recensioni negative. Altre volte l’articolo che mettono in vendita ha una garanzia europea. Non c’è niente di strano o di male nei prodotti con garanzia europea: basta saperlo prima.

Nel caso del Black Friday l’uso di un comparatore di prezzi può servire a determinare quanto sia “reale” uno sconto applicato e descritto come eccezionale dal rivenditore.

Tracciare le variazioni del prezzo

Per quanto riguarda le offerte di Amazon per il Black Friday esiste un modo per verificare l’andamento storico dei prezzi di ogni articolo. Il sito Camelcamelcamel permette di inserire il nome di un articolo – o direttamente il link dell’offerta – per visualizzare le oscillazioni del prezzo su Amazon nel corso del tempo.

È sufficiente una verifica del genere per rendersi conto che in alcuni casi quei prodotti attualmente in offerta per il Black Friday sono già stati venduti in passato a quel prezzo. In altri casi il prezzo era addirittura inferiore a quello attualmente proposto.