Fantacalcio Euro 2016: i consigli per la prima giornata

C’è anche chi attende gli Europei per il fantacalcio, visto che si può fare benissimo (e ci si diverte pure). In giro su Internet si trovano numerosi tornei: l’Eurocampioni di Sky, il Magic Europeo di Gazzetta e il FantaEuropeo 2016 di Fantagazzetta. Ecco una lista di calciatori su cui puntare.

Premessa
Qui al Veggente quando si parla di fantacalcio cerchiamo di consigliare soprattutto calciatori meno conosciuti, e di non compilare liste coi soliti noti. Faremo così anche stavolta, motivo per cui considerate questi calciatori elencati di seguito come elementi da inserire per completare la vostra fantasquadra dopo aver preso i vari Buffon, Sergio Ramos, Pogba, Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo.

PORTIERI
ALMER Robert (Austria): non è un fenomeno, ma nella prima partita la sua nazionale se la vedrà con l’Ungheria, una delle squadre più scarse di Euro 2016.

LLORIS Hugo (Francia): chi vuole rischiare poco può scegliere il portiere della nazionale che gioca in casa e principale favorita per la vittoria finale, che affronta la Romania, squadra con uno dei peggiori attacchi dei gironi di qualificazione a Euro 2016.

RUI PATRICIO Pedro dos Santos (Portogallo): il Portogallo difende bene e nella prima partita del girone giocherà una partita sulla carta abbordabile contro l’Islanda.

SOMMER Yann (Svizzera): un portiere valido (gioca in Germania nel Borussia Monchengladbach), è da scegliere soprattutto per l’avversaria che si troverà di fronte, l’Albania, nazionale che bada soprattutto alla fase difensiva e che probabilmente avrà poche occasioni da gol contro la Svizzera.

DIFENSORI
COLEMAN Seamus (Irlanda): terzino di spinta dell’Everton, nell’Irlanda avrà il compito di arrivare sul fondo e mettere dentro cross per l’attaccante Long. Veloce e abile nel dribbling, è un esterno molto offensivo.

DRAGOVIC Aleksandar (Austria): è poco conosciuto perché gioca in Ucraina nella Dinamo Kiev, ma farebbe la sua bella figura anche in un top club in Inghilterra o Spagna. Abile in marcatura e nel gioco aereo, la prima partita della sua Austria contro l’Ungheria dovrebbe filare via liscia.

HECTOR Jonas (Germania): negli ultimi due anni ha sempre giocato da titolare sulla fascia sinistra di difesa, sia per mancanza di alternative sia per il suo ottimo rendimento nel Colonia, squadra di Bundesliga in cui gioca anche in una posizione più avanzata. In stagione ha fatto 4 assist.

RODRIGUEZ Ricardo (Svizzera): il forte terzino sinistro del Wolfsburg è ormai pronto per un top club, serve però un Europeo giocato su alti livelli. Sarà molto probabilmente il tiratore scelto sui calci piazzati insieme a Shaqiri.

VRSALJKO Sime (Croazia): lo abbiamo consigliato a inizio stagione per il fantacalcio di Serie A e non ha deluso le aspettative, è stato uno dei migliori nel Sassuolo che ha conquistato la qualificazione in Europa League. La prima partita della sua Croazia è contro la non insormontabile Turchia, altro motivo per sceglierlo.




CENTROCAMPISTI
ALABA David (Austria): nell’Austria – rispetto al Bayern Monaco in cui Guardiola lo ha fatto giocare da terzino o addirittura da difensore centrale – fa il centrocampista offensivo e con i suoi inserimenti e tiri dalla distanza è spesso pericoloso. Dovrebbe essere anche rigorista, e la prima partita la giocherà contro la modesta Ungheria.

ALLI Dele (Inghilterra): ha fatto un campionato straordinario nel Tottenham: 10 gol e 9 assist su 33 partite. Subito è diventato un punto fermo anche della nazionale inglese: se giocherà da trequartista avrà ancora più possibilità di farsi valere in zona gol, ma anche da interno ha dimostrato di essere sempre puntuale negli inserimenti. Unica controindicazione il carattere un po’ burrascoso, è dal cartellino facile. Ma vale la pena correre il rischio.

RAMSEY Aaron (Galles): fortissimo centrocampista dell’Arsenal, ancora non ha mostrato tutto il suo valore anche a causa dei numerosi infortuni che ne hanno limitato il rendimento. Nel Galles si fa valere ancora di più in zona gol, ne ha fatti 10 su 39 presenze e oltre a Gareth Bale è il calciatore che arriva con più facilità al tiro in questa nazionale.

SIGURDSSON Gylfi (Islanda): è stato tra i protagonisti della storica qualificazione dell’Islanda a Euro 2016 e ha giocato una buona stagione anche nello Swansea. Sigurdsson tira bene i calci di punizione e sarà anche rigorista.

GROSICKI Kamil (Rennes): questa è stata probabilmente la sua migliore stagione di sempre: ha aiutato la Polonia a conquistare la qualificazione a Euro 2016 e nel Rennes in Ligue 1 ha fatto 9 gol e 4 assist su 33 partite. Con la maglia della nazionale vanta 8 gol su 38 presenze, niente male per un centrocampista.

GIACCHERINI Emanuele (Italia): è il giocatore simbolo della nazionale voluta da Antonio Conte, non eccezionale dal punto di vista tecnico ma generoso e disciplinato tatticamente. Da interno di sinistra con i suoi continui inserimenti potrebbe mettere in difficoltà in contropiede la statica difesa del Belgio.

ATTACCANTI
MILIK Arkadiusz (Polonia): la Polonia ha due attaccanti fortissimi, il più conosciuto dei quali è Lewandowski. Nella prima partita sulla carta agevole contro l’Irlanda del Nord potrebbe esserci gloria anche per Milik, he con la maglia della Polonia ha fatto 10 gol su 25 partite e ha chiuso l’ultima stagione di Eredivisie a quota 21 gol.

PAYET Dimitri (Francia): qui sul Veggente puntiamo forte su Griezmann ma nella prima partita della Francia contro la Romania potrebbe essere d’aiuto l’abilità sui calci piazzati di Payet, che ha giocato alla grande in Premier League con il West Ham segnando 9 gol e facendo 12 assist.

LONG Shane (Irlanda): ha chiuso bene la stagione nel Southampton, facendo cinque gol e quattro assist nelle ultime undici partite. Contro la non eccezionale difesa della Svezia proverà a fare valere la sua abilità in area di rigore.

JANKO Marc (Austria): l’Austria per passare il girone deve provare a vincere la prima abbordabile partita contro l’Ungheria, il commissario tecnico Marcel Koller farà affidamento sul senso del gol di questo calciatore che in nazionale viaggia alla media di un gol ogni due partite e che nell’ultimo campionato svizzero con la maglia del Basilea ha fatto 16 gol su 20 partite.