Serie A: Napoli-Genoa e Milan-Lazio (domenica)

Serie A

Le ultime due partite della domenica di Serie A si giocano alle 18 e alle 20.45: in questo post trovate approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

NAPOLI – GENOA | domenica ore 18:00

Grazie alle tre vittorie ottenute nelle ultime quattro partite, il Genoa ha risalito velocemente la classifica e ha ipotecato la salvezza, un ottimo risultato visto che a un certo punto della stagione la squadra sembrava in caduta libera. Affrontare un Genoa più tranquillo sarà un vantaggio di non poco conto per il Napoli che in ogni caso ha mostrato nel corso di questa stagione una netta superiorità rispetto a quasi tutte le squadre che si sono presentate al San Paolo, e il rendimento interno avuto finora lo conferma in pieno: con 36 punti è la squadra che ha fatto più punti nelle partite giocate in casa.

Il Genoa gli ultimi risultati positivi li ha fatti tutti in casa, visto che in trasferta ha perso le ultime tre partite ed è stato poco convincente nel corso dell’intera stagione: dopo il Frosinone è la squadra che ha raccolto meno punti di tutte lontano dal suo stadio, appena sette.

L’allenatore Sarri ha anche la fortuna di potere disporre della formazione tipo, Higuain che nel corso della settimana ha subito una botta in allenamento ha recuperato e sarà normalmente della partita. Il “Pipita” ha fatto tre gol nei due precedenti giocati contro il Genoa al San Paolo ed è pronto a essere nuovamente decisivo.

La vittoria del Napoli è a quota 1.28 su Bet365 che #.

Probabili formazioni
NAPOLI: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain, Insigne.
GENOA: Perin, Izzo, Burdisso, De Maio, Gabriel Silva, Ansaldi, Rincon, Dzemaili, Rigoni, Gabriel Silva, Cerci, Pandev.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 (1.28, Bet365)




MILAN – LAZIO | domenica ore 20:45

La Lazio giovedì è stata eliminata dall’Europa League e ha visto così sfumare anche l’ultimo obiettivo stagionale che le era rimasto. C’è di peggio, la Lazio ha perso in casa 3-0 contro lo Sparta Praga, che sulla carta era la squadra più debole tra le sedici ancora rimaste in corsa. Ancora una volta Pioli è stato tradito dalla scarsa concentrazione e dallo scarso livello della sua difesa e dalla poca precisione dei suoi attaccanti. La Lazio fa lo stesso gioco dell’anno scorso, ma con risultati molto diversi. Senza l’infortunato De Vrij il livello qualitativo della difesa si è abbassato, il problema è che l’olandese per caratteristiche era l’unico in grado di guidare con successo la linea di difesa molto alta. Gli attuali centrali a disposizione di Pioli (Hoedt, Mauricio e anche il nuovo arrivato Bisevac) commettono in media troppi errori a partita, giocando con la difesa alta e uno schema offensivo il problema è che ogni singolo errore viene pagato a caro prezzo. Pioli ha probabilmente sbagliato a non cambiare l’atteggiamento tattico della sua squadra e non adeguarsi alla perdita di un calciatore così importante. Il resto in senso negativo lo hanno fatto Candreva, Felipe Anderson e i tre attaccanti centrali (Klose, Djordjevic e Matri): la Lazio come l’anno scorso crea parecchie occasioni da gol a partita, ma rispetto alla passata stagione ne sbaglia il triplo.

Sarà difficile a pochi giorni dalla batosta di Europa League riprendersi in campionato contro un avversario come il Milan, che nonostante il solo punto fatto nelle ultime due giornate in questo girone di ritorno è cresciuto parecchio e ha trovato finalmente una quadratura a livello tattico, soprattutto in fase difensiva: in casa nelle ultime 11 partite ha subito solo 6 gol, mai più di uno a partita. In avanti invece l’infortunio di Niang ha complicato i piani dell’allenatore Mihajlovic, che in questa partita potrebbe tornare a dare fiducia a Luiz Adriano in coppia con Bacca. Da un punto di vista tattico questa potrebbe comunque essere una partita favorevole per il Milan, che potrà giocare in contropiede contro una squadra come la Lazio abituata a giocare in modo offensivo e col baricentro alto anche nelle partite contro le squadre d’alta classifica.

Il Milan ha le caratteristiche giuste per approfittare delle debolezze della Lazio e vincere la partita come fatto nella partita di andata in cui segnò Bacca che – a secco da quattro giornate – potrebbe tornare a fare gol.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, Abate, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Honda, Bertolacci, Montolivo, Bonaventura; Luiz Adriano, Bacca.
LAZIO: Marchetti, Konko, Bisevac, Hoedt, Lulic, Cataldi, Biglia, Parolo, Candreva, Matri, Anderson.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.00, Bet365)
BACCA MARCATORE (2.60, Bet365)