Spagna e Olanda di nuovo contro

brasil2014

SPAGNA – OLANDA | venerdì ore 21:00

La terza partita del Mondiale 2014 mette di fronte le stesse due squadre che hanno giocato l’ultima partita del Mondiale 2010. A vincere la finale in Sudafrica fu la Spagna grazie a un gol di Iniesta nei tempi supplementari. Nel corso di quattro anni sono cambiate parecchie cose. La Spagna ha vinto di nuovo l’Europeo, in cui invece l’Olanda è uscita malamente nella fase a gironi. La Spagna ha mantenuto parecchi calciatori rispetto alla rosa di convocati al Mondiale in Sudafrica, dell’Olanda finalista nel 2010 sono rimasti in pochi e il nuovo commissario tecnico Van Gaal ha deciso di puntare forte sui più giovani.

Che gioco fa la Spagna
La Spagna fa quasi lo stesso gioco degli ultimi anni, il “tiki taka” che ha portato questa nazionale a vincere due volte l’Europeo e una volta il Mondiale. “Tiki taka” è un termine spagnolo utilizzato per indicare uno stile di gioco basato su un possesso palla fatto di passaggi rasoterra tra giocatori a breve distanza uno dall’altro e in continuo movimento. Fare questo gioco è un vantaggio quando si hanno giocatori non di alta statura e molto bravi sul piano tecnico, soprattutto a centrocampo, né va dimenticato che la migliore difesa è avere per più tempo possibile il possesso del pallone e non cederlo agli avversari. Un altro termine molto utilizzato negli ultimi anni in ambito spagnolo è stato quello del “falso nueve”, l’attaccante non di ruolo – spesso un centrocampista – che non dà punti di riferimento ai difensori avversari e lascia spazi agli inserimenti continui dei centrocampisti, un po’ come faceva Totti nella Roma di Spalletti per fare un esempio nel calcio italiano.

La Spagna di Del Bosque nel Mondiale 2014 continuerà a giocare col “tiki taka”, ma senza “falso nueve”. Nel girone di qualificazione – che stavolta è stato difficoltoso vedi pareggio con la Finlandia – il commissario tecnico Del Bosque ha capito che ormai le squadre avversarie hanno preso le contromisure, puntano tutto sulla fase difensiva con le linee di difesa e centrocampo molto vicine e il baricentro non troppo basso, in modo tale da non permettere a chi fa il “tiki taka” di arrivare in area di rigore con facilità. Il gioco dell’Atletico Madrid – contro cui il Barcellona ha penato per tutto l’anno – è un esempio di come annullare il “tiki taka”. La Spagna rispetto al Barcellona non ha Messi ed è un problema in più, però Del Bosque per risolvere il problema del gol ha pensato bene di convocare un attaccante brasiliano, naturalizzato spagnolo per l’occasione: Diego Costa.

Diego Costa con i suoi movimenti continui in attacco riesce sia a proporsi per ricevere passaggi in profondità che a “aprire” spazi per gli inserimenti degli altri centrocampisti. L’unico punto interrogativo sono le sue condizioni fisiche precarie, ma c’è la sensazione che le fortune della Spagna al Mondiale dipenderanno da Diego Costa.

Come gioca l’Olanda
L’assenza per infortunio di Strootman ha condizionato e condizionerà il Mondiale dell’Olanda. Strootman è un calciatore insostituibile, fondamentale nella fase difensiva, pur giocando a centrocampo (la Roma ha subito parecchi più gol dopo il suo infortunio e non è stato un caso). Con Strootman in campo si può giocare all’attacco senza problemi, in sua assenza è più difficile trovare i giusti equilibri e così Van Gaal ha deciso di cambiare modulo optando per il 5-3-2. Mandare in campo cinque difensori quando i calciatori più forti in rosa sono però centrocampisti e attaccanti potrebbe non essere una buona idea. L’Olanda non ha un portiere di alto livello –Cillessen ha giocato la sua prima stagione da titolare nell’Ajax sono nell’ultimo campionato –, e ha difensori troppo giovani e poco costanti nel rendimento, che potrebbero risentire la pressione di un Mondiale.

Chi vince?
Per tutti questi motivi la Spagna dovrebbe vincere contro l’Olanda. La Spagna gioca allo stesso modo da parecchio tempo mentre l’Olanda ha cambiato modulo da poco, la Spagna ha calciatori di grande esperienza internazionale mentre l’Olanda ha parecchi giovani che potrebbero commettere delle ingenuità.

Nella prima fase del Mondiale inoltre la Spagna non dovrebbe risentire dell’età avanzata di alcuni suoi giocatori chiave come Xavi e Iniesta. La sede del ritiro è a Curitiba, le partite del girone sono in stadi non troppo lontani: Salvador, Rio de Janeiro e l’ultima partita proprio a Coritiba. In queste tre partite inoltre le condizioni climatiche non dovrebbero essere proibitive.

La vittoria della Spagna è a quota 1.85 su # che offre ai nuovi registrati 5€ gratis subito + un bonus del 50% sul primo deposito fino a 50€.

Altri pronostici?
Considerate le carenze della difesa dell’Olanda, che allo stesso tempo ha parecchi calciatori forti in attacco sia in campo che in panchina (Huntelaar e Lens), pronti ad entrare in caso di necessità, l’over 2.5 (almeno tre gol complessivi nel corso della partita) è da provare vista la quota di 2.50 su #&bid=8762″ target=”_blank” >Betfair che offre ai nuovi registrati 10€ al termine della procedura di invio dei documenti più un bonus pari all’importo della prima scommessa effettuata (vincente o perdente che sia, fino a un massimo di 80€).

Le promozioni sulla partita
# rimborserà tutte le scommesse singole sul primo marcatore (fino a un massimo di 20 euro) se il calciatore pronosticato segnerà il secondo gol della partita invece del primo. Il pronostico del veggente come primo marcatore della partita è Diego Costa.

# rimborserà invece tutte le scommesse singole perdenti su primo marcatore e risultato esatto se la partita finirà in parità. La vittoria della Spagna per 2-1 è a quota 8.50.

#&bid=8762″ target=”_blank” >Betfair ha un bonus speciale per Spagna – Olanda: piazzando una scommessa sul risultato esatto o esito primo tempo/finale, è previsto un rimborso fino a €25 nel caso non si vinca. Bisognerà prevedere, al di fuori della propria giocata, quale opzione si verificherà fra le cinque proposte:

– Silva segnerà un gol durante la partita.
– Un’espulsione durante l’incontro
– La Spagna vince in rimonta.
– Huntelaar ultimo marcatore.
– La Spagna vince senza subire gol.

Possesso palla e cartellini
La Spagna del tiki taka volete che non farà più possesso palla dell’Olanda? La quota è bassa (1.14 su #), ma per fare più possesso palla l’Olanda dovrebbero tipo espellerne due della Spagna dopo dieci minuti. Anche per questo motivo ci sono maggiori possibilità che l’Olanda prenda più cartellini gialli. I calciatori olandesi saranno chiamati a rincorrere il pallone per gran parte della partita e ci sono parecchi difensori e centrocampisti che amano fare interventi decisi, che non sempre vanno a finire bene, tipo questo di De Jong che si vede nel video. Olanda con più cartellini gialli è a quota 1.66 su #. Ah, l’arbitro della partita sarà l’italiano Rizzoli.


Probabili formazioni
SPAGNA: Casillas, Azpilicueta, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba, Busquets, Xabi Alonso, Xavi, Iniesta, Pedro, Diego Costa.
OLANDA: Cillessen, Martins Indi, De Vrij, Vlaar, Jaanmat, Clasie, De Jong, Blind, Sneijder, Robben, Van Persie.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.85, #)
OVER (2.50, #&bid=8762″ target=”_blank” >Betfair)
DIEGO COSTA MARCATORE (2.80, #)